Array

Inter, un mercato da top club per celebrare il ritorno nell’Europa che conta

La squadra di Spalletti cambia volto: i tifosi possono ben sperare

Ogni anno, durante le sessioni di calciomercato, ci chiediamo quale sia la squadra che, a nostro avviso, abbia operato meglio nelle sedi di calciomercato. In questa stagione tutti abbiamo ancora in mente la clamorosa trattativa che ha portato Cristiano Ronaldo a vestire la maglia bianconera della Juventus, un trasferimento impensabile fino a pochi mesi fa, che colloca di fatto la Juventus nelle prime posizioni nell’ipotetica classifica delle regine del calciomercato. Ma in questa classifica è d’obbligo inserire anche un’altra squadra che ben si sta comportando: l’Inter. La società nerazzurra, capitanata dal direttore sportivo Piero Ausilio, con la regia sapiente della famiglia Zhang, che dalla Cina segue ogni movimento e trattativa, ha portato a termine diverse operazioni mirate: Asamoah, De Vrij, Politano, passando poi per i colpi Lautaro Martinez e Nainggolan, fino ad arrivare all’ultimo giocatore acquistato, ovvero il croato Vrsaljko, fresco di secondo posto ai recenti mondiali in Russia con la sua nazionale. Ecco, proprio la Croazia è praticamente “di famiglia” all’interno dell’ambiente nerazzurro, con la presenza anche di Perisic e Brozovic. E chissà che non ne arrivi un quarto: ebbene, il sogno di mezz’estate dei nerazzurri si chiama Luka Modric. Operazione difficile da portare a termine, vista la resistenza attuata dal presidente del Real Madrid Florentino Perez, ma non impossibile. L’Inter dovrà giocare sulla volontà del calciatore di trasferirsi in nerazzurro, e nelle prossime ore di certo ci saranno degli sviluppi e capiremo se questo sogno potrebbe diventare realtà oppure sarà destinato a svanire.

Come farà giocare la sua Inter Spalletti?

luciano-spalletti-inter-milan-serie-a_1l2c4uiwb8ri115x8aq0e2937e

La domanda che si stanno ponendo tutti i tifosi interisti è la medesima: come farà giocare la sua squadra il tecnico di Certaldo? In queste prime uscite stagionali, Spalletti ha puntato sulla classica difesa a 4, puntando sulla coppia difensiva formata da Milan Skriniar (rivelazione della scorsa stagione) ed il nuovo acquisto Stefan De Vrij. In mezzo al campo, in attesa di Brozovic, spazio a Gagliardini e Borja Valero, mentre le novità più rilevanti si sono viste in attacco, con Lautaro Martinez che si è alternato con Icardi (ma in qualche circostanza i due hanno anche giocato insieme), Nainggolan sulla trequarti e Politano sulla fascia (alternandosi con il francese Yann Karamoh). In attesa, ovviamente, che arrivino i tre croati, reduci dal secondo posto al mondiale. Le alternative per Spalletti sono tante: può giocare con la difesa a tre, inserendo nella formazione titolare il brasiliano Miranda, con Vrsaljko e Perisic (o Asamoah) a tutta fascia, e puntando sulla coppia d’attacco formata dagli argentini Icardi e Martinez. Nainggolan potrebbe giocare come trequartista oppure ricoprire anche una posizione leggermente più arretrata; lo stesso Asamoah è stato provato anche a centrocampo, ruolo che ricopriva ai tempi dell’Udinese e qualche volta anche nella Juventus. Le alternative sono tante, tocca a Spalletti ora creare un equilibrio di squadra.

Quali sono i reali obiettivi della stagione nerazzurra?

ivan-perisic-inter-juventus-serie-a_19q3xh3nprvzk181ixq7yb8s9a

Con il ritorno in Champions League dopo 6 anni, l’Inter avrà sicuramente l’intenzione di onorare al meglio la competizione. Difficile dire se potrà arrivare in fondo o meno, ma di certo avrà l’obbligo di lottare per andare avanti il più possibile. Per quanto riguarda il campionato, l’importante campagna acquisti portata a termine finora la pone come principale squadra che potrebbe soffiare alla Juventus lo scettro di campione d’Italia. La formazione bianconera sembra ancora superiore, sia come qualità individuale, sia come completezza della rosa. Poi, ovviamente, sarà il campo a dare le sue risposte, e vedremo se la compagine milanese sarà in grado di mantenere le aspettative dei suoi tifosi e di rendere il campionato italiano ancor più appetibile e competitivo.