in

Istanbul Basaksehir, ag. Okaka: “È contentissimo, non potevamo chiedere di meglio”

L’agente di Stefano Okaka, Carlo Okaka, ha parlato del suo assistito (e fratello) all’Istanbul Basaksehir in estate: “E’ felicissimo, è stato accolto davvero come in una famiglia”

Calciomercato Udinese, colpo in attacco
Calciomercato Udinese, ritorna Okaka / @CalciomercatoNews.com

Carlo Okaka, agente e fratello di Stefano, ha parlato dell’avventura all’Istanbul Basaksehir del suo assistito: “Il 31 agosto il mercato è finito, quindi Stefano in teoria doveva rimanere all’Udinese. Io volo in Spagna il 4 settembre con la mia compagnia Sabrina e mio figlio. Il 5 arriva la chiamata del Basaksehir che lo voleva fortemente. La trattativa è stata messa subito in piedi, c’è stato accordo economico tra i due club, con il calciatore, dopo 48 ore siamo volati a Istanbul per chiudere la trattativa, visto che la finestra trasferimenti si sarebbe chiusa l’8. Il giorno prima abbiamo portato a compimento la trattativa, quindi è stato tutto velocissimo, con grande entusiasmo“.


Scarica la nostra App


SUL BASAKSEHIR –Sta da Dio, è stato accolto davvero come in una famiglia, l’intera organizzazione, a partire da presidente, direttori, team manager, è stata eccezionale, lo stanno trattando divinamente. C’è rispetto, amore, amicizia, fratellanza. La città è stupenda, tutto è a portata di mano. Ha trovato casa in centro, non ci aspettavamo una situazione così perfetta. Anche con i compagni c’è sintonia, è già leader in campo e fuori, c’è massimo rispetto. È felicissimo mentalmente e fisicamente, non potevamo chiedere di più“.

OBIETTIVI – Stefano è arrivato dopo 3-4 partite, quando la squadra era ancora a zero punti, nonostante sia una società che ha vinto il campionato due anni fa e ha fatto la Champions League. Sono partiti male, è stato preso lui e sono arrivati risultati positivi, anche tecnici, in campo. La squadra ha iniziato a girare, tutto bene dunque. L’obiettivo è, sicuramente, risollevarsi in classifica. Ora si sono rialzati in maniera notevole rispetto alla partenza. Fare il meglio possibile: hanno vinto con il Fenerbahce, con il Besiktas, squadre importantissime. Il cammino ha una rotta positiva, speriamo la mantengano. Cosa succederà a fine anno lo diranno i numeri“.

SULLA NAZIONALE – “I primi quattro top club in Turchia sono realtà con giocatori importanti. In questo momento credo ci possa stare per ovvie ragioni, statistiche. Le capacità tecniche ci sono, le prestazioni in campo e le doti fisiche. È il nove che tutte le squadre vorrebbero, in questo momento lo meriterebbe. Mister Mancini non chiude le porte a nessuno, nel calcio di oggi è un bene perché permette a tanti calciatori che se lo meritano di avere obiettivi e sogni da raggiungere”.

SUL FUTURO – Vedremo, siamo da pochissimo tempo al Basaksehir, l’unica cosa che posso dire è che sta bene. Sta spingendo forte per questi colori.