in

Italia, giovani e qualità: la ricetta vincente di Mancini

L’Italia di Mancini, composta da molti giovani di qualità, è pronta a tornare ai vertici del calcio Europeo e Mondiale dopo il naufragio del 2018

Roberto Mancini, Ct della Nazionale italiana di calcio @Image Sport
Roberto Mancini, Ct della Nazionale italiana di calcio @Image Sport

Verso Euro 2021

Euro 2021 è ormai alle porte. Tra meno di tre giorni allo Stadio Olimpico di Roma l’Italia di Roberto Mancini aprirà le danze contro la Turchia nella gara inaugurale della competizione, per poi proseguire sfidando Svizzera e Galles ai fini di conquistare gli ottavi di finale, entrando così tra le migliori 16 nazionali d’Europa. Gli Azzurri, che solo tre anni fa mancarono la qualificazione ai Mondiali 2018, sono pronti a riscattarsi, a riportare il tricolore dove – per la storia – merita di stare.

Roberto Mancini, allenatore della Nazionale
Roberto Mancini, allenatore della Nazionale

La ricetta di Mancini: giovani e tanta qualità, ma occhio all’esperienza

Nonostante le polemiche causate dal mancato rinnovo con il Milan, Donnarumma – dal punto di vista sportivo – rappresenta una garanzia, dimostrando più volte di essere tra i migliori portieri al mondo. La difesa, oltre all’estremo difensore, è probabilmente il reparto con maggiore solidità dell’intera rosa: Chiellini, Bonucci, Acerbi, Bastoni, Florenzi, Di Lorenzo, Emerson, Spinazzola e Toloi sono giocatori importanti, esperti e abituati a palcoscenici di livello. Possono offrire diverse soluzioni ai tecnicismi di Mister Mancini. Il centrocampo, invece, è composto da interpreti capaci di spostare gli equilibri e fare la differenza come Jorginho, Verratti, Barella e Locatelli, senza dimenticare Pellegrini, Cristante e Pessina, giocatori che a partita in corso hanno dimostrato di poter far cambiare marcia alla squadra.

Esultanza Italia @Image Sport
Esultanza Italia @Image Sport

L’attacco, nonostante sembri il reparto più fragile, è composto da giocatori di spessore come Immobile, che nelle ultime due edizioni di campionato ha segnato in totale 56 goal, e Belotti, reduce da 13 goal in Serie A. Oltre ai due centravanti, Mancini può fare affidamento su Chiesa, Insigne, Raspadori, Berardi e Bernardeschi, giocatori che in Nazionale hanno dimostrato il proprio talento. La qualità, dunque, non manca. A pesare, con ogni probabilità, potrebbe essere la poca esperienza in campo internazionale. Oltre a Chiellini, Bonucci, Emerson, Jorginho, Verratti e Florenzi, sono pochi i giocatori abituati a vivere un palcoscenico di tale importanza. Dovrà essere bravo Mancini, con l’aiuto dei senatori, a porre la giusta concentrazione in ogni partita, su ogni dettaglio, ai fini di non avere rimpianti una volta terminata l’avventura che – si spera – possa durare fino all’ultimo.

Euro2021, la possibile avversarie dell’Italia agli ottavi

Il primo esame da superare, quello del girone, vede Turchia, Svizzera e Galles come avversarie, formazioni che non appaiono proibitive. Vista la storia recente della Nazionale, però, è obbligatorio non sottovalutare alcun impegno. Terminando le tre gare in testa al girone, l’Italia potrebbe sfidare agli ottavi di finale la seconda classificata nel gruppo C composto da Austria, Olanda, Macedonia e Ucraina.

Sullo stesso argomento
Tokyo 2020, Basket: Italia ai quarti di finale