in

Italia, in vista di marzo Mancini pensa a Luiz Felipe

Gli spareggi mondiali di marzo sono al momento ancora lontani, ma Mancini pensa alle possibili soluzioni: è spuntata nelle ultime ore l’ipotesi Luiz Felipe, difensore brasiliano ma col passaporto italiano

Luiz Felipe, difensore della Lazio
Luiz Felipe, difensore della Lazio

Il pareggio per 0-0 contro l’Irlanda del Nord nell’ultima gara del girone di qualificazione ai Mondiali ha condannato l’Italia agli spareggi. Per andare in Qatar il prossimo anno, la nazionale di Roberto Mancini sarà costretta a superare le due gare dei playoff: una seconda mancata partecipazione dopo quella di Russia 2018 sarebbe un disastro, per cui gli azzurri non potranno permettersi di sbagliare. Della squadra ammirata nell’ultima estate e campione d’Europa in carica sembra improvvisamente essere rimasto molto poco, e Mancini, in vista di marzo, dovrà essere bravo a ricaricare i suoi ragazzi e a trovare le soluzioni giuste. Al riguardo, si è parlato, negli ultimi giorni, di una possibile convocazione di Joao Pedro per risolvere il problema dell’attacco, ma il ct starebbe valutando anche una nuova ipotesi per la diesa.

Secondo quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, Mancini, per i decisivi spareggi di marzo, starebbe pensando ad un altro oriundo. Si tratta di Luiz Felipe, difensore brasiliano classe 97 della Lazio che non ha mai vestito la maglia della nazionale maggiore del Brasile. Il giocatore ha già, tra l’altro, il doppio passaporto grazie all’origine italiana dei due genitori, per cui la strada verso una sua possibile convocazione da parte di Mancini sembra già in discesa. La FIGC si è dunque messa al lavoro per valutare l’eventuale disponibilità da parte del difensore.