in

Italia, Mancini e il post inopportuno: una bomba pronta ad esplodere

Roberto Mancini, allenatore della Nazionale
Roberto Mancini, allenatore della Nazionale

Ci mancava solo questa. Ci mancava solamente che il C.T della Nazionale italiana uscisse allo scoperto in questo modo, con una tempistica errata e senza metterci la faccia. Il post di ieri che denuncia quanto la comunicazione, secondo le idee di Mancini, stia esasperando toni dell’emergenza sanitaria ha scatenato l’ira di molti. “Hai idea di come ti sei ammalato? Guardando i TG”.

Italia, Mancini e il post inopportuno: una bomba pronta ad esplodere
Italia, Mancini e il post inopportuno: una bomba pronta ad esplodere

Medici, politici, giornalisti e opinionisti non hanno perso occasione per puntare il dito su un uomo che, con coraggio, sta andando controcorrente. Certo, la fine che Mancini rischia di fare è simile a quella di Sancho Panza ma le proprio idee, seppur opinabili, vanno seguite. Ora, però, bisogna metterci la faccia e chiarire con la forza dei concetti quelli che, da un post su un social network, può solamente intuirsi. I concetti sembrano netti e chiari ma le idee e le parole, specie in questo momento, specie con queste tematiche, possono solo essere un supporto per chi finisce nel mirino.

LEGGI ANCHE

LEGGI ANCHE  Cagliari, Simeone positivo al Covid-19

Mancini ha voluto staccarsi dalla corrente più influente e più numerosa del momento. Legittimo. In democrazia, specie se queste tesi sono riconosciute anche da alcuni medici, è normale che sia così. Il problema sono le tempistiche e la convenienza di uscire allo scoperto in questo modo. Figure così influenti, così importanti e così pubbliche non possono e forse non dovrebbero fare passi più lunghi della propria gambe, specie in campi complicati e a loro sconosciuti.

Questo tipo uscite andrebbero limitate e forse ridimensionate. Mancini è un allenatore, un uomo di calcio ed è stato un fantastico calciatore ma non è e non sarà mai un medico. Ora, però, la frittata è fatta e adesso è tempo di difendere le proprie idee pubblicamente. Il calcio, ancora una volta, pagherà caramente queste uscite e finirà nuovamente ad essere raffigurato come quell’egoistico mondo in cui tutto è possibile e in cui la realtà della vita normale diventa incomprensibile.

Commenti

Lascia un commento

Loading…

0

Vota Articolo

749 points
Upvote Downvote
Zinedine Zidane, allenatore del Real Madrid

Real Madrid, Zidane a rischio: decisivi Clasico e Champions League

Calciomercato Juventus, affondo per Marcelo: il Real Madrid detta le condizioni

Calciomercato Juventus, si avvicina Marcelo: ecco il retroscena