Italia, Mancini promette turnover: la probabile formazione

Ampio turnover degli azzurri in vista della partita contro il Liechtenstein

Italia, l’ampio turnover di Mancini: occasioni per Tonali e Di Lorenzo

Qualificazione acquisita e partita agevole: due ottimi requisiti per attuare un ampio turnover. L’Italia è a punteggio pieno nel proprio girone ed è matematicamente qualificata ad Euro 2020 come prima nel suo gruppo. La partita contro il Liechtenstein è un’ottima occasione per far giocare chi ha avuto poco spazio finora con la maglia azzurra. Il match di domani dovrebbe vedere dunque molti cambiamenti, da prendere come un’opportunità per i nuovi per inserirsi al meglio negli schemi del tecnico marchigiano e prepararsi adeguatamente alla massima competizione europea per nazionali.

Potrebbe esserci l’inserimento fra i titolari di Salvatore Sirigu, reduce da un’ottima scorsa stagione con il Torino e un discreto inizio di campionato con lo stesso club granata. Esordio assoluto in Nazionale, invece, per Giovanni Di Lorenzo: l’anno scorso ha messo a segno 5 gol e si è reso protagonista di un inizio di stagione scoppiettante alla corte di Carlo Ancelotti.

Sul centro-sinistra dovrebbe agire Alessio Romagnoli, ormai totem difensivo di un Milan in difficoltà, mentre sull’out di sinistra, sempre in difesa, potrebbe esserci Cristiano Biraghi. Centrocampo completamente rinnovato, con l’inserimento di Cristante, Zaniolo e Sandro Tonali, integrato nella Nazionale maggiore dopo l’infortunio di Sensi.

L’attacco dovrebbe invece essere composto da Bernardeschi, Belotti ed El Sharaawy, che nonostante l’enorme distanza che separa Cina e Italia non sembra essere dimenticato certamente da Roberto Mancini.