Italia, parla Retegui: “Siamo una squadra fortissima, possiamo fare grandi cose”

Retegui in un'intervista ha dimostrato grande determinazione e lo spirito giusto per il debutto in Europeo: stasera va in scena la prima sfida degli Azzurri contro l'Albania, partita che non si può sbagliare.

Samuel Devetak A cura di Samuel Devetak ItaliaCampionato Europeo

L’Italia sta contando le ore e i minuti che mancano all’inizio della sfida inaugurale di Euro 2024 contro l’Albania di Sylvinho. C’è voglia di fare bene e molta curiosità da parte dei tifosi; i giocatori si stanno preparando mentalmente e stanno scaldando i motori. Mateo Retegui, attaccante dell’Italia, ha rilasciato qualche dichiarazione in un’intervista a SportWeek, in cui ha sottolineato che: “/…/Siamo campioni d’Europa in carica e quattro volte campioni del Mondo. Chi vuole giocare contro l’Italia? Nessuno.”

I trofei vinti nella storia non mentono, inoltre l’Italia è campione d’Europa, e Retegui è fiducioso:”siamo una squadra fortissima, possiamo fare grandi cose all’Europeo”. Per quanto riguarda la concorrenza con il compagno di reparto Gianluca Scamacca, l’italo-argentino è pronto a dare il suo contributo quando gli verrà richiesto, non temendo un probabile impiego dalla panchina: “Io so di dover restare tranquillo, tenere i piedi a terra e lavorare, perché sono molto esigente con me stesso e posso migliorare in tutto. Scamacca ha grandissime qualità per giocare insieme anche ad altri attaccanti, ma non mi piace fare paragoni tra me e lui”.

In questo Europeo, in cui vediamo molti volti nuovi e una nuova guida tecnica, ci sono molti punti interrogativi, non manca però l’entusiasmo. I giovani Azzurri sono determinati a fare bene e portare onore al tricolore stampato sul petto.