in

Italia-Polonia, le difficoltà ci esaltano: bisogna vincere ma quante assenze

Italia-Estonia
Italia-Estonia

Questa non è certamente la Nazionale più forte degli ultimi anni. Vuoi per gli infortuni, vuoi per una serie di altre defezioni che conosciamo tutti a cosa siano dovute. Fatto sta che oggi l’Italia affronta a Reggio Emilia una delle nazionali più sottovalutate degli ultimi anni, la Polonia. La gara di andata, nonostante le occasioni avute dagli azzurri, si è conclusa con un pareggio a porte inviolate che ha fatto contente le difese ma non la classifica della squadra di Mancini.

Vincere oggi sarebbe stato un obbligo ma ormai, diciamolo chiaramente, non lo è più. Con tutti gli effettivi a disposizione, forse, saremmo stati addirittura superiori a Lewandoski e compagni ma oggi, nel momento più importante, bisogna cercare di stringersi intorno al tricolore e bisogna cercare di tirare fuori l’orgoglio che questa squadra ha sempre tirato fuori.

Le assenze, come detto, sono tantissime e una più importante dell’altra. Da Bonucci Chiellini, da Immobile Pellegrini, passando per Belotti non proprio al 100%, Evani dovrà fare il meglio che può per cercare di non sfigurare. Una vittoria sarebbe il risultato migliore per arrivare alla gara contro la Bosnia con il destino in pieno controllo e senza dover dipendere dai risultati delle altre. La partita è determinante, importante e fondamentale ma se è vero che la Nazionale e tutto il paese nelle difficoltà sa esaltarsi, allora questo è il tempo di farlo vedere. Il pubblico avrebbe potuto dare una mano agli azzurri ma, come sappiamo e come ci siamo abituati a vedere, non ci sarà nemmeno lui. “Siam pronti alla morte”.

Leonardo Bonucci, difensore della Juventus e della Nazionale
Leonardo Bonucci, difensore della Juventus e della Nazionale

Le probabili formazioni

Quella azzurra sarà una formazione inedita che forse non ha mai giocato neanche le partitelle d’allenamento. Una certezza, però, è che Donnarumma sarà fra i pali e davanti a lui ci sarà la coppia centrale comporta da Bastoni Acerbi che saranno affiancati da Florenzi, con Di Lorenzo in ascesa per una maglia da titolare a destra, e Emerson. La mediana, invece, sarà composta da JorginhoBarella Locatelli che saranno pronti ad innescare i tre attaccanti: BernardeschiBelotti Insigne.

La Polonia, invece, non sembra avere particolari problemi. I titolarissimi ci saranno praticamente tutti e Lewandoski, come sempre, sarà il principale pericolo da sorvegliare.

Italia (4-3-3) Donnarumma; Florenzi, Acerbi, Bastoni, Emerson; Barella, Jorginho, Locatelli; Bernardeschi, Belotti, Insigne

Polonia (4-3-21) Szczesny; Kedziora, Glik, Bednarek, Bereszynski; Szymanski, Krychowiak, Grosiski; Moder; Zielinski, Lewandoski

Vota Articolo

576 points
Upvote Downvote
Omar Elabdellaoui positivo a Covid-19

Nations League, altro stop da Covid-19: annullata Romania-Norvegia

Gianluca Mancini difensore della Roma

Roma, parla Mancini: “Siamo forti! Lo scudetto?…”