in

Euro 2021, Roberto Mancini: l’uomo del risorgimento italiano

Tre anni dopo il disastro Ventura l’Italia ci crede. Roberto Mancini è partito da lì per creare un gruppo solido con una grande identità

Roberto Mancini, CT della nazionale italiana
Roberto Mancini, CT della nazionale italiana

“Mancini ha ricostruito la casa dalle macerie”. Questo il titolo che La Stampa ha dedicato alla Nazionale di Roberto Mancini, primo artefice di una splendida rinascita. Gli Azzurri, nonostante qualche infortunio di troppo, arrivano all’Europeo con la sensazione che il peggio sia finalmente alle spalle. Tre anni dopo Russia 2018, in un Mondiale che nessun italiano ha voluto guardare, l’Italia si presenta all’apertura con ben altro spirito. Da quella delusione, il CT è ripartito insieme a pochi appartenenti a quello sfortunato ciclo, che oggi hanno smaltito la bruciatura dell’eliminazione insieme a tutti i tifosi italiani. Mancini, consapevole della forza del suo gruppo, lancia un messaggio forte e identitario: “Giocheremo consapevoli della forza della maglia azzurra e del popolo italiano”.

Rafael Borré (River Plate)

Inter, si guarda in Sud America: l’ultima idea è Borré

Esultanza Vlahovic (Fiorentina) @Image Sport

Fiorentina, nella corsa a Vlahovic si inserisce anche l’Atletico Madrid