in

Italia, Vialli in pellegrinaggio: “E’ il tempo della gratitudine”

Gianluca Vialli sceglie la strada del pellegrinaggio per rendere grazie a chi ha vegliato sugli azzurri sull’Europeo, ma anche sulla sua salute

Gianluca Vialli e Roberto Mancini, capo delegazione e Ct dell'Italia
Gianluca Vialli e Roberto Mancini, capo delegazione e Ct dell'Italia

Lo straordinario successo ottenuto dall’Italia all’Europeo è merito principalmente di Roberto Mancini, ma anche del suo staff composto dall’amico ed ex compagno di squadra alla Sampdoria Gianluca Vialli, oltre che da Lele Oriali, Chicco Evani e Attilio Lombardo, altro ex blucerchiato. Un successo che ha permesso ai “Gemelli del gol” di sistemare i conti in sospeso con la Nazionale e con Wembley, teatro della sconfitta rimediata in finale di Champions League contro il Barcellona nel 1992.

Ad una settimana dal trionfo sul suolo inglese Gianluca Vialli si è recato presso il santuario della Beata Vergine della Speranza, nei pressi di Cremona dove è cresciuto: “E’ il tempo della gratitudine, ha posto l’ex attaccante di Chelsea e Juventus su Instagram. Un modo per rendere grazie non solo per la vittoria ottenuta sul terreno verde di gioco, ma anche per la sua delicata salute.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *