in

Ivano Bordon in ESCLUSIVA: “Mancini ha creato un grande gruppo. Donnarumma? Diventerà più forte”

Il campione del mondo 1982 Ivano Bordon ha voluto dire la sua sulla spedizione vincente dell’Italia di Mancini, con una menzione d’onore per Donnarumma

Ivano Bordon, ex preparatore dei portieri della Nazionale italiana
Ivano Bordon, ex preparatore dei portieri della Nazionale italiana

Ivano Bordon è stato campione del mondo con l’Italia nel magnifico 1982 ed un grandissimo portiere negli anni che vanno dal 1969 al 1989. Oggi abbiamo avuto modo di intercettarlo ai nostri microfoni per parlare della splendida spedizione europea degli azzurri di Roberto Mancini, che hanno vinto la competizione dopo ben 53 anni dall’ultima volta.

Sullo stesso argomento
Milan, il futuro nelle mani di Kessie: "A Milano per sempre"

Bordon in ESCLUSIVA: “Mancini ha creato un grandissimo gruppo”

Salve Ivano, qual è stato il segreto della vittoria dell’Italia nella finalissima dell’Europeo contro l’Inghilterra?

Quello di voler sempre credere nella possibilità di vincere anche dopo aver subito il goal all’inizio del match. Gli azzurri hanno sofferto nei primi minuti della partita, dopo però hanno capito che potevano giocarsela ed hanno trovato il goal del pareggio con Bonucci, poi arrivati ai calci di rigore sono stati più lucidi”.

Cosa ha dato il ct Mancini a questo gruppo? Ricordiamo la mancata qualificazione ai Mondiali del 2018…

“Ha cambiato tutto rispetto all’esperienza del suo predecessore Ventura. Ha avuto il proprio modo di ragionare e di vedere, ha scelto i giocatori giusti per il suo schema di gioco, ha avvicinato anche dei calciatori che non erano mai stati in Nazionale perché ha capito che avevano grandissime qualità. Ha creato questo grandissimo gruppo che si è unito benissimo come gioco e come mentalità.

Spinazzola (Italia)
Una delle sorprese più belle dell’Europeo appena trascorso, Leonardo Spinazzola

Chi è secondo te l’uomo copertina della vittoria di questo Europeo?

“Quello che consideravo il protagonista in positivo purtroppo si è fatto male, si è rotto il tendine d’Achille. Io consideravo proprio lui, proprio Spinazzola come uomo copertina per tutto quello che stava dando. Per il resto, io metterei il gruppo, perché mi sembra che non ci sia stato quello che poi s’è elevato sopra gli altri. Hanno giocato tutti benissimo ad essere sinceri”.

L’unione del gruppo italiano ha vinto contro le individualità degli inglesi. Secondo te c’è qualcosa che il ct dei Tre Leoni Southgate ha sbagliato nella gara di domenica?

Lui, secondo me ha sbagliato a far entrare quei tre calciatori soltanto per i calci di rigore. Questi, purtroppo, anche se in allenamento sono battuti bene, quando li tiri in partita possono essere davvero maledetti, perché nella partita vera, psicologicamente c’è chi soffre più la pressione rispetto ad altri e purtroppo per loro questo è successo nella partita di domenica”.

Sullo stesso argomento
Olimpiadi, Mancini esalta la Pellegrini: "Federica come Giorgio, orgoglio azzurro"
Donnarumma, portiere della Nazionale
Una delle splendide parate ai rigori del miglior giocatore di Euro2020, Gianluigi Donnarumma

Donnarumma è stato sicuramente uno degli artefici principali di questa vittoria. Da ex grandissimo portiere quale sei stato pensi che abbia ancora margini di miglioramento?

“Gigio è ancora giovanissimo, quindi i margini di miglioramento sono ancora ampi anche se ha già delle buonissime qualità sia fisiche che tecniche. Io penso che potrà diventare ancora più forte rispetto a quello che è oggi”.

Che sensazioni hai per l’Italia nel futuro? Credi che possa ripetersi nel Mondiale in Qatar nel 2022?

“Beh, le aspettative dato quello che abbiamo visto sono alte, però devo dire che non sarà per nulla facile. Io penso che questo di Mancini sia un gruppo che potrebbe darci ancora delle belle soddisfazioni con delle prestazioni molto buone, dove può arrivare però non lo so, non è facile dirlo”.

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio @Image Sport
Simone Inzaghi, dalla prossima stagione tecnico dell’Inter

Passiamo ora al campionato italiano. Cosa pensi di Simone Inzaghi all’Inter?

“Io l’ho già detto parecchie volte, Simone Inzaghi ha fatto benissimo ed ha dimostrato di essere un tecnico valido durante la sua militanza nella Lazio dove ha raggiunto anche dei buonissimi risultati. Gestire una squadra che ha appena vinto lo scudetto come l’Inter non sarà per nulla facile però, anche se penso che le pressioni tante volte aiutano tutto l’ambiente a dare il massimo. Può fare davvero bene a Milano a patto che gli venga lasciato lo spazio per poter lavorare con tranquillità”.

Secondo te la Roma con Mourinho può ambire allo scudetto?

“La Roma anche nella stagione appena trascorsa era una buonissima squadra, non so adesso come sarà la rosa in vista della prossima stagione e quindi non ti so dire se potrà ambire allo scudetto. Quello che penso è però che sarà una squadra che darà battaglia a chi partirà in prima fila per il titolo, cioè l’Inter e la Juventus”.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *