in

Juve, lavoro a sinistra: Emerson il primo, Chiesa o El Shaarawy se parte Douglas Costa

Stephan El Shaarawy
Stephan El Shaarawy, ex attaccante di Roma e Milan

La Juve continua a lavorare sul mercato, il giorno dopo l’ufficialità del colpo in attacco, quel Morata che ha, di fatto, chiuso la porta in faccia ad Edin Dzeko che, intanto, cerca di capire cosa succederà a Roma. Adesso le condizioni tecniche di Andrea Pirlo, senza tralasciare le più importanti questioni di bilancio, cercano altri interpreti, specialmente a sinistra. Con Alex Sandro infortunato, Pellegrini a Genoa e De Sciglio sul mercato, non si può pensare al giovanissimo Frabotta come più assiduo titolare e, dunque, tornerebbero sul tavolo di Paratici i soliti ignoti, quelli già trattati in passato e che adesso la Juventus vorrebbe portare a Torino entro la scadenza del 5 ottobre.

Emerson Palmieri, il primo nome sul taccuino del buon Fabio; un’operazione che si starebbe provando a concludere come è già stato fatto per Morata: prestito oneroso con diritto di riscatto, ma a cifre naturalmente inferiori. Eppure il Chelsea, che avrebbe già escluso l’italobrasiliano dal progetto tecnico di Lampard, preferirebbe monetizzare al meglio la partenza dell’ex Roma e, con una valutazione di oltre 30 milioni, trovare un accordo plausibile non è certo cosa facile.

Intanto, però, la Juventus starebbe provando anche a sistemare l’altra fascia, quella destra. Come riporta Sport Mediaset, gli obiettivi di mercato della Juve sarebbero ormai noti e tutti riconducibili al possibile addio di Douglas Costa, per il quale offerte di certo non mancano. Escludendo il destino di Federico Bernardeschi, per il quale invece il mercato non sembra volersi destare, per il brasiliano ex Bayern Monaco le chiamate più allettanti arriverebbero dalla Premier League, sponda Wolverhampton, che potrebbero far ingolosire le idee di rilancio della Vecchia Signora.

Ed ecco allora che arrivando alla possibile partenza di Douglas (o di Costa, fate voi) il nome di El Shaarawy sarebbe riemerso come una priorità; più in voga dalle parti della Continassa, soprattutto se messo a confronto dell’altro obiettivo Chiesa che resta nei radar bianconeri ma che, soprattutto per questioni di bilancio, non potrebbe mai arrivare con lavoro da pochi spiccioli.

Iago Falque attaccate del Benevento

Benevento, accordo col Torino: arriva Iago Falque

Amadou Diawara centrocampista della Roma

Roma, negligenza Diawara e adesso i Friedkin tagliano teste