in

Juventus, Cristiano Ronaldo a caccia del nuovo record

Ronaldo Portogallo
Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus

Il numero 7 della Juventus, Cristiano Ronaldo, vuole scrivere, ancora una volta, la storia del calcio. Lo può fare stasera, durante la partita che vedrà la Nazionale Portoghese affrontare l’Andorra. In questo momento, CR7 è a quota 745 goal in carriera tra Nazionale e club. Per fare la storia, gli servirebbe un goal in più per eguagliare il quarto calciatore più prolifico di sempre, Ferenc Puskas.

E’ vero, siamo abituati a vedere le amichevoli internazionali come degli incontri per sperimentare nuove formazioni o mettere all’opera giovani calciatori. Stasera, invece, si potrebbero stravolgere le cose. Non si sa se Ronaldo potrà partire titolare o giocare tre quarti d’ora ma, l’unica cosa che possiamo sperare per il portoghese, è che riesca a trovare questo goal anche in questa partita. Lui, d’altronde, è dovuto rimanere rimanere fermo per più di due settimane a causa Covid-19 e, adesso che è tornato, non vuole più fermarsi e continuare a mettere la palla in rete.

In queste ultime ore, però, vi è un quesito interessante, su chi possa essere veramente il miglior bomber di tutti i tempi: certo, il numero di goal ha decretato già da tempo il primatista Josef Bican con 805, leggenda dello Slavia Praga, nel periodo che andava a cavallo della Seconda guerra mondiale. Il calcio di quei tempi è nettamente diverso rispetto a quello odierno, per questo vi sono così tanti quesiti per decretare il vero campione.

La classifica

Sul podio della classifica, oltre all’attaccante austriaco, troviamo Pelè e Romàrio: entrambi i brasiliani hanno continuato a calcare palcoscenici importanti, fino a che il loro corpo glielo consentisse. Ai 5 nomi già citati, si potrebbero aggiungere altri calciatori che, di certo, non sono da meno, come: il rivale prossimo di Cristiano, Lionel Messi, l’attaccante tedesco Gerd Müller, Zico, Robert Lewandowski ecc… L’elenco è estremamente lungo, ma pieno di tanta qualità. Di sicuro, quello di Ronaldo è uno strano destino.

Infatti, il numero 7 bianconero, ha già tolto a Puskas la corona di miglior marcatore con la nazionale quando era ancora un calciatore del Real Madrid, ma nell’estate in cui scelse di vestire la maglia della Juventus. L’ungherese, invece, non ha mai giocato nel campionato italiano, però trovò rifugio in Riviera, durante la rivoluzione in quel di Budapest: nella stessa Liguria, dove Ronaldo, quest’estate, ha trascorso una buona parte della sua vacanza a bordo del suo yacht.

C’era e c’è l‘Italia nel destino di entrambi gli attaccanti di epoche diverse e, nella stessa Italia, CR7 vorrebbe tanto riportare la Champions che, lui e l’ungherese, hanno toccato con le mani, più volte nella loro vita, rispetto alla sola Juventus.

Vota Articolo

640 points
Upvote Downvote
Christian Eriksen, centrocampista dell'Inter @Image Sport

L’ambiguità di Christian Eriksen: tra Inter e Nazionale

Dino Da Costa

Roma, si spegne l’uomo dei derby: Dino da Costa