in

Juventus, da Ronaldo a Pogba: il futuro aspetta la fine dell’Europeo

Dopo aver perso Paul Pogba al termine dell’ultimo Europeo disputato, la Juventus potrebbe rivivere lo stesso finale con Cristiano Ronaldo. Un intreccio di storie che potrebbe diventare un intreccio di mercato

Juventus, tra brand e mercato: l'impatto economico di Pogba
Paul Pogba, centrocampista del Manchester United

Juventus, la suggestione Pogba

Il 2016 è stato un anno molto significato per la Juventus considerando che, proprio quell’estate, è andato via Paul Pogba. Il centrocampista francese è arrivato a Torino nel 2012 dopo non essere stato trattato nel migliore dei modi dal Manchester United. In Inghilterra il giocatore non ha avuto abbastanza fiducia, in Italia, invece, le cose sono state molto diverse. Il talento di Pogba è parso da subito evidente, diventando un fattore fondamentale per la Juventus nel giro di poco tempo e di conseguenza è notevole anche il modo in cui è riuscito a ritagliarsi uno spazio in una squadra che ai tempi aveva appena iniziato il suo ciclo di vittorie.

Nonostante una separazione tra Pogba e i bianconeri sembrasse piuttosto improbabile, dopo aver perso la finale dell’Europeo con la Francia l’ex giocatore della Juventus aveva iniziato a pensare al futuro con il suo noto agente, ovvero Mino Raiola. Il ricco contratto offerto dal Manchester United al giocatore e la maxi offerta di oltre 100 milioni alla Juventus hanno poi fatto il resto e Pogba è tornato in Inghilterra. E ora, a distanza di anni, una storia simile potrebbe accadere nuovamente.

Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus @imagephotoagency
Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Ronaldo, futuro in bilico

Con l’Europeo ormai alle porte, i tifosi bianconeri tornano ad avere nuovamente gli incubi: questa volta in bilico c’è il futuro di Cristiano Ronaldo . Con l’arrivo del portoghese alla Juventus, qualche anno fa, si prospettava qualcosa di molto diverso. L’ex Real Madrid avrebbe dovuto aiutare il club di Agnelli ad arrivare alla tanto inseguita Champions League ma, purtroppo, un solo giocatore non basta e per arrivare ad un trofeo così prestigioso serve molto altro.

Quest’ultima stagione in particolare è stata forse la più dura di tutta la carriera di Cristiano Ronaldo. In Champions League l’eliminazione è arrivata contro il Porto, in Serie A il quarto posto è arrivato solo all’ultima giornata ed è fin troppo scontato dire che un giocatore di quel calibro non potrebbe mai accontentarsi di una Coppa Italia e una Supercoppa. Proprio Ronaldo durante quest’ultimo anno è stato molto preso di mira, infatti, i 36 gol stagionali non sono bastati per “salvarlo”.

Il futuro del portoghese avrebbe iniziato ad essere in bilico proprio dopo la gara di ritorno contro il Porto, essendo gli ultimi anni della sua carriera viene difficile credere che voglia passarli in una squadra che, arrivati a questo punto, dovrà pensare a come rialzarsi. Esattamente com’è successo con Pogba in passato, anche il futuro di Ronaldo probabilmente verrà deciso solo dopo l’Europeo e, magari, i due potrebbero anche incrociarsi in una trattativa per un ritorno al passato.

Urbano Cairo, presidente del Torino

Roma, Cairo risponde all’offerta per Belotti

Lorenzo Insigne, capitano del Napoli e attaccante della Nazionale @Image Sport

Euro 2021, da Ventura a Mancini: l’evoluzione di Lorenzo Insigne