Menu

Matthijs De Ligt

Juventus, De Ligt per un futuro d’oro

Matthijs De Ligt è uno di quei giocatori predestinati che vedi una volta e non dimentichi più, proprio come ha fatto la stessa Juventus, che dopo l’eliminazione dalla Champions contro l’Ajax nell’aprile del 2019 – ad opera proprio del gol di De Ligt – non lo dimentica di certo. In senso negativo, ma soprattutto in senso positivo.
L’olandese ritrova la Juventus il 18 luglio dello stesso anno, questa volta da giocatore bianconero; acquistato per affiancare i colossi della difesa juventina, a seguito dell’infortunio di Giorgio Chiellini, De Ligt viene da subito lanciato come titolare.

LEGGI ANCHE  Juventus, Buffon deferito per la bestemmia in Parma-Juventus

Debutta alla prima partita del campionato, contro il Napoli tuttavia il suo percorso in Italia non sembra scintillante come con l’Ajax: il difensore colleziona partite deludenti, sotto ogni aspettativa, causando anche diversi falli da rigore; poi finalmente il primo gol in maglia bianconera contro il Torino che riporta il sereno.
Dopo l’eliminazione in Champions League contro il Lione dell’agosto scorso, il difensore dichiara di doversi operare alla spalla destra, problema costante che ha avuto lungo tutto l’anno solare: “Adesso dovrò operarmi alla spalla, è qualcosa che deve essere fatto. Ora dovrò pensare solo a questo. Ovviamente sono dispiaciuto perché non abbiamo passato il turno, ma almeno avrò un po’ di tempo per recuperare”.

Paulo Dybala e Matthijs De Ligt, attaccante e difensore della Juventus (foto by imagephotoagency)
Paulo Dybala e Matthijs De Ligt, attaccante e difensore della Juventus (foto by imagephotoagency)

La Juventus di de Ligt

La Juventus di Pirlo dunque si plasma quest’estate senza Matthijs De Ligt, in convalescenza, che trova la maglia da titolare solamente all’ottava giornata contro il Cagliari – vinta per 2-0 dai bianconeri –; subito dopo la partita sfoggia il suo italiano, che è fondamentale per dialogare con i suoi compagni – dice lui stesso – “Provo sempre ad aiutare i miei compagni di squadra. Questo è un aspetto molto importante, specialmente nel calcio moderno. E’ fondamentale dialogare continuamente con loro. Provo a farlo e piano piano sono certo che ci riuscirò alla perfezione”.
La notizia del nuovo infortunio di Giorgio Chiellini – che ha riportato una lesione di basso grado al bicipite femorale della coscia sinistra – è sicuramente una cattiva notizia per la Juventus, ma un’occasione d’oro per il difensore olandese per riprendersi il posto da titolare e diventare una colonna portante della Juventus che verrà. De Ligt è infatti al centro del progetto di ringiovanimento della squadra, che punta a far nascere i nuovi Buffon, Chiellini e Bonucci.

LEGGI ANCHE  Juventus, Pirlo: "Le altre società devono aprire la mente...La Coppa Italia è un obiettivo"

Lo stesso difensore è consapevole di quanto lavoro ci sia dietro a nomi del genere, ma si dice pronto. “Alla Juve ti chiamano solo se sei abbastanza bravo da meritartelo. Questo noi giovani, arrivati da poco, lo sappiamo. Ovviamente siamo qui per crescere e diventare come i nostri compagni con più esperienza: tutti noi vogliamo essere i nuovi Chiellini, Bonucci o Buffon“.

Ti potrebbe interessare

Back to Top

Ad Blocker Rilevato!

Il nostro è un giornale gratuito ed offriamo informazione regolarmente tutti i giorni senza richiedere alcun abbonamento. Le nostre uniche fonti di guadagno provengono dalle campagne pubblicitarie presenti sulle pagine del nostro portale. Per continuare a sfogliare le nostre pagine disattiva Ad Blocker per permetterci di continuare a coltivare le nostre passioni. Grazie mille e continua a leggere le pagine di Footballnews24.it

How to disable? Refresh

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.