Menu

Maurizio Sarri

Juventus, difesa in pericolo: Sarri corra ai ripari

JUVENTUS – I dati legati alla fase difensiva della Juventus sono orribili. 17 gol subiti in 17 partite: non succedeva dai tempi di Del Neri e dei settimi posti. Infatti, la pietra sopra la quale la Vecchia Signora ha costruito il suo dominio in campo nazionale è stata proprio la difesa. Conte e Allegri sono stati i maggiori esponenti della solidità bianconera, unita all’efficacia e al cinismo, sempre di casa quando si parla di Juventus. Ma quest’anno qualcosa è cambiato. A una manovra organizzata in modo più ordinato (che deve ancora vedersi) corrisponde un diverso modo di difendere, meno prudente sotto tutti gli aspetti.

Juventus, difesa in pericolo: Sarri corra ai ripari

Paradossalmente, pur avendo avanzato esponenzialmente il proprio baricentro, la Juventus prende non tanti gol in contropiede. La bravura nei recuperi mostrata da Bonucci e, ultimamente, Demiral, permette alla Vecchia Signora di poter difendere qualche metro più avanti, senza aver paura dell’1vs1. I maggiori problemi arrivano a difesa schierata, quando la squadra si stringe tanto, troppo, arrivando ad avere enormi problemi sui cambi di gioco o sui traversoni, che spesso trovano il secondo palo completamente scoperto. Sarri dovrà lavorare su questo, intensificare il lavoro tattico e psicologico di giocatori che sembrano spaesati sia senza che con il pallone: è ora di (ri)nascere.

Ti potrebbe interessare

Back to Top

Ad Blocker Rilevato!

Il nostro è un giornale gratuito ed offriamo informazione regolarmente tutti i giorni senza richiedere alcun abbonamento. Le nostre uniche fonti di guadagno provengono dalle campagne pubblicitarie presenti sulle pagine del nostro portale. Per continuare a sfogliare le nostre pagine disattiva Ad Blocker per permetterci di continuare a coltivare le nostre passioni. Grazie mille e continua a leggere le pagine di Footballnews24.it

How to disable? Refresh

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.