in

Juventus e Milan le suonano, Crotone sogna: la Serie A è tutta un’altra musica

Se Sanremo irrompe nella case degli italiani, la Serie A è destinata a fare lo stesso: vittorie pesanti ed occasioni sprecate si susseguono tra sabato e domenica, in attesa del posticipo tra Inter e Atalanta. La musica è cambiata: il campionato offre gol e spettacolo in tutte le porzioni della classifica

Nwankwo Simy, attaccante del Crotone @Image Sport
Nwankwo Simy, attaccante del Crotone @Image Sport

La settimana del Festival di Sanremo si è svolta in contemporanea ad un altro spettacolo, quello della Serie A. Il giorno della finale guidata da Amadeus e Fiorello è coinciso con l’inizio della 26° giornata, in cui si lottava già su tutti i fronti. In quello salvezza, nessuno si fa male tra Spezia e Benevento che terminano la loro disputa sul risultato di 1-1, mentre a provocare dolore ci pensa l’Udinese di Luca Gotti. Il tecnico dei friulani mescola le carte del centro classifica, stendendo il Sassuolo di De Zerbi per 2-0. Ma il piatto forte, mentre sul palco dell’Ariston l’esibizione entrava nel vivo, lo offriva Juventus-Lazio con i bianconeri che imitano i Maneskin e centrano la vittoria finale. Per vincere il campionato, invece, bisognerà fare i conti con l’Inter, impegnata stasera contro l’Atalanta e tallonata da un Milan ancora sorprendente.

Dalot, terzino del Milan
Dalot, terzino del Milan @imagephotoagency

Orchestra Milan

La musica non cambia in vetta, ma il Milan fa da orchestra e con una grande prova corale stende il Verona di Juric. A segno Krunic e Dalot, che nel Festival troverebbero spazio nella categoria delle “Nuove Proposte”, magari presentate da Zlatan Ibrahimovic che il palco in questione l’ha calcato per davvero. Le alte sfere della classifica in Serie A non hanno stonato, dunque, nella giornata di ieri in cui sono giunte conferme da parte di Roma e Napoli. Genoa e Bologna sono tornate a casa con un rossoblu sbiadito, lo stesso che invece il Crotone fa splendere come non mai contro il Torino in un altro scontro salvezza.

Roberto D'Aversa, tecnico del Parma
Roberto D’Aversa, tecnico del Parma

Suona Cosmi, Parma beffato

Spezia-Benevento musicalmente si è rivelata una intro, un preambolo al cuore della lotta salvezza attuale che comunque le coinvolge. Crotone-Torino godeva di un’attesa particolare, visto il caos Covid nei granata ed il cambio in panchina dei calabresi. Risultato? Serse Cosmi non perdona Nicola e Simy si rende protagonista di un’ottima prova da solista, mettendo a segno una doppietta. Il sogno Crotone ora prende forma, visti i cinque punti di distacco dai granata terzultimi. La lotta salvezza passa anche dal pari del Cagliari al 96′, con un assolo di Radja Nainggolan, e dallo spettacolare 3-3 di Firenze. Contro la Fiorentina, fa tutto il Parma: 3-2 al 90′ e 3-3 su autogol di Iacoponi all’ultimo tiro in porta. Una beffa, come un quarto posto in quel Sanremo che in un momento difficile risuona nelle case degli italiani. Ma la Serie A, da oggi fino a maggio, sarà tutta un’altra musica.

Alisson, portiere del Liverpool

Liverpool, che succede? Klopp agli sgoccioli

Gian Piero Gasperini e Antonio Conte, allenatori di Atalanta e Inter

Inter-Atalanta, attacchi a confronto: Lukaku-Zapata, che sfida!