in

Juventus-Hellas Verona 1-1: Kulusevski non basta, Juric ferma Pirlo

Dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency
Dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency

La Juventus ospita l’Hellas Verona nel posticipo domenicale della quinta giornata di Serie A. Dopo i pareggi di Crotone e Roma, i bianconeri non possono assolutamente fallire l’appuntamento con i tre punti, ma dovranno fare attenzione anche alla voglia di riscatto degli scaligeri che non vincono da un mese in campionato.

Senza Chiesa e Cristiano Ronaldo, Pirlo opta per un 3-4-1-2 e lancia Dybala dal 1′ insieme ad Alvaro Morata in attacco, coadiuvati da Ramsey nelle vesti di trequartista. 3-4-2-1 per Juric che si affida a tutti i nuovi acquisti con Ceccherini in difesa, Tameze e Vieira in mediana, Nikola Kalinic in attacco con Zaccagni e Colley alle sue spalle.

La Juventus parte forte e nei primi 10‘ mette in grossa difficoltà la difesa scaligera che resiste agli attacchi dei bianconeri. Alla prima occasione però gli ospiti passano in vantaggio con Colley, ma il gol viene annullato per fuorigioco. I padroni di casa rispondono con Bernardeschi e Cuadrado: la conclusione dell’ex esterno della Fiorentina trova la risposta di Silvestri mentre il colombiano centra la traversa da ottima posizione. Sul finire della prima frazione di gioco Morata trova il gol dell’1-0 con un delizioso pallonetto, ma anche questa volta il direttore di gara, aiutato dal Var, annulla per offside millimetrico.

LEGGI ANCHE

LEGGI ANCHE  Calciomercato Juventus, Pogba ci siamo: la Uefa aiuta Paratici

Nella ripresa Juric richiama in panchina uno spento Kalinic ed inserisce Favilli che al 60′ raccoglie uno splendido assist di Zaccagni e trafigge Szczesny. Pirlo cambia e manda in campo Kulusevski, lo svedese ribalta completamente le carte in tavola: al 76′ Dybala colpisce la traversa, ma pochi minuti più tardi l’ex Parma e Atalanta trova il gol del pari dopo una grande azione personale. Il forcing finale della Juventus però non basta, il Verona si difende con le unghie e con i denti, le ultime conclusioni di Dybala trovano la risposta di Silvestri che conserva l’1-1 e condanna i padroni di casa ad un altro passo falso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

749 points
Upvote Downvote
Beppe Iachini, allenatore della Fiorentina @imagephotoagency

Fiorentina, Castrovilli scaccia i fantasmi: Iachini respira e ringrazia Commisso

Bundesliga, altro pari per il Werder Brema: contro l'Hoffenheim finisce 1-1

Bundesliga, altro pari per il Werder Brema: contro l’Hoffenheim finisce 1-1