in

Juventus – Hellas Verona: le parole di Andrea Pirlo

Andrea Pirlo (Juventus)
Andrea Pirlo (Juventus) @Image Sport

Dopo un inizio non brillante della Juventus, il club torinese si è rivelato più convincente del solito in Champions League contro la Dynamo Kyiv imponendosi con un secco 0-2. Ora l’obbiettivo dell’allenatore lombardo è quello di recuperare terreno in campionato, dopo i passi falsi commessi contro la Roma e il Crotone, sono vietati errori contro l’Hellas Verona di Juric, avversario ostico che sa’ di test di buon livello per la nuova Juventus targata Pirlo.

Il tecnico in conferenza stampa ha risposto ad alcune domande riguardo gli infortuni e la condizione generale della squadra: “Ci siamo ritrovati bene perché abbiamo avuto tempo di riposare dopo la trasferta in Champions. Chiellini non sarà a disposizione, fino a ieri sera non c’è stata nessuna novità riguardo Ronaldo, aspettiamo i tamponi. Come noi li ha fatti anche lui proprio questa mattina a casa sua. Alex Sandro invece è sulla via del recupero ma non credo che potrà rientrare prima della prossima sosta, De Ligt si allena regolarmente con noi, sta bene, evita i contrasti mentre siamo tutti in attesa del via libera dell’ortopedico”.

Leggi anche: Juventus-Verona pronostico e streaming gratis: dove vedere la diretta live

Successivamente, ha commentato due dei giocatori più caldi del momento in casa bianconera: “Dybala partirà dall’inizio. Ha passato un percorso preciso ed è giusto che domani venga impiegato dal primo minuto. Morata si conosce molto bene con Paulo, possono coesistere tranquillamente, abbiamo comprato Alvaro conoscendo già le sue grandi qualità, siamo contenti del suo rendimento, chiediamo sempre di essere a disposizione del gioco, voglio che sia presente da un lato all’altro nella maniera più veloce possibile”.

E per quanto riguarda le scelte tra Bernardeschi, Chiesa, Ramsey, Kulusevski e McKennie: Domani rimarrà sicuramente fuori Chiesa. Abbiamo tante soluzioni, Ramsey fa sempre un grande lavoro, toccherà a Dybala fare altrettanto. Kulusevski sta convincendo. Bernardeschi sta migliorando fisicamente, ci stiamo lavorando. McKennie è tornato a disposizione.” Infine conclude: “Arthur e Rabiot sono compatibili. Tutti e quattro i centrocampisti non sono registi o mezzali e possono giocare insieme. Sono in quattro che ruoteranno due posti”.

Pronostici Bundesliga 6° giornata

Bundesliga, pronostici e consigli: Werder-Hoffenheim ispira spettacolo

Maurizio Sarri, ex allenatore della Juventus (foto by imagephotoagency)

Pjanic punge Sarri: “Non aveva fiducia in noi”