in

Juventus, infermeria al completo e punti da raccogliere

Andrea Pirlo (Juventus)
Andrea Pirlo (Juventus) @Image Sport

L’obiettivo di tutti gli allenatori è quello di arrivare indenni con la propria squadra, fino a dicembre, ovvero, fino all’ultima partita del girone d’andata. Per questo motivo, parleremo di Andrea Pirlo e della sua Juventus. In questo campionato di Serie A, i bianconeri hanno collezionato 3 vittorie e 4 pareggi per un totale di 13 punti: una squadra, come i bianconeri, non può e non deve permettere agli avversari tanto spazio come l’ha concesso fino ad ora.

E’ vero, di mezzo c’è stato, anche, il maledetto virus che ha stravolto, non solo la rosa delle squadre ma, anche, l’intero mondo del calcio. Per questo, il tecnico originario di Flero, non ha potuto utilizzare al meglio, fino ad ora, l’intera rosa: si tratta di un’infermeria al completo con Adrien Rabiot per un problema muscolare, Aaron Ramsey che si è infortunato in Champions League e dovrebbe tornare a disposizione soltanto tra quindici giorni e De Ligt che ha iniziato ad allenarsi con gli altri da poco, ma che potrebbe già esserci nella prossima sfida di Serie A.

Infine, considerando che Bentancur Arthur si sfideranno, il prossimo mercoledì, a Montevideo per la sfida che vedrà l’Uruguay affrontare il Brasile per le qualificazioni ai Mondiali, e quindi i due bianconeri torneranno alla Continassa soltanto venerdì, alla vigilia del match di campionato contro il Cagliari. Un centrocampo, praticamente, in piena emergenza per Pirlo. Le prossime sfide, però, potrebbero dare un margine di respiro ai bianconeri, dato che, sulla carta, saranno partite fattibili: lo stesso Cagliari, il Benevento di Filippo Inzaghi, il Torino in crisi, il Genoa, l’Atalanta con i suoi alti e bassi, il Parma e la nuova Fiorentina di Prandelli.

L’obiettivo, della compagine di Pirlo, sarà quella di racimolare più punti possibili per agguantare le prime posizioni. Come racconta, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport: “Juve e Inter hanno le loro gatte da pelare all’interno e le fatiche per la Champions League (soprattutto per Antonio Conte). Potrebbero pagare dazio in campionato. Anche se entrambe hanno un cammino in discesa (la Juve solo il derby e l’Atalanta in casa, l’Inter il Napoli e il Verona nel finale) non sembra possano imporre un ritmo da immediata scalata ai primi posti”, queste le sue parole.

LEGGI ANCHE  Calciomercato Juventus, non solo Pogba: Paratici fa doppietta

Tutti i tifosi della Juventus sperano nel suo riscatto dopo questo inizio di campionato un pò brusco. Servono punti ed anche vittorie, per il club di Agnelli, e non per mangiare, in tranquillità il famigerato Panettone, ma per far rialzare la cresta ad una squadra abituata a toccare il cielo d’Italia ed Europa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

552 points
Upvote Downvote
Alexis Sanchez, attaccante dell'Inter

Inter, non solo Lautaro: anche Sanchez Ko in Nazionale

Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo

Calciomercato Juventus, asse Psg-Manchester United: Paratici sacrifica Dybala e Ronaldo