Juventus, Kulusevski: “Sono pronto per giocare, Ronaldo è fantastico, Ibra un idolo”

Juventus, le parole di Kulusevski in vista del match contro la Sampdoria: lo svedese non ha parlato solo dei bianconeri, sullo sfondo anche Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo

In attesa di JuventusSampdoria di domenica sera, ha parlato il primo degli acquisti bianconeri. In conferenza non ha parlato solo della gara di domenica, ma anche di Ronaldo e Ibrahimovic. Kulusevski è stato acquistato già a Gennaio, per 35 milioni più 9 di bonus, e lasciato in prestito a Parma. Dejan è stata la sorpresa più bella del campionato e ora è pronto per brillare in maglia bianconera, in Italia e in Europa. Nella scorsa stagione a Parma ha segnato 10 goal e servito 9 assist, risultando decisivo per la squadra di D’Aversa. Domenica dovrebbe partire titolare, nella prima Juventus di Andrea Pirlo, al fianco di Cristiano Ronaldo, Dybala è infatti infortunato, e Dzeko, molto vicino, difficilmente sarà a disposizione.

Kulusevski, centrocampista della Juventus
Kulusevski, centrocampista della Juventus @image

Juventus, Kulusevski: “Ecco cosa mi ha detto Ronaldo”

In preparazione al match di domenica sera tra Juventus e Sampdoria ha parlato Kulusevski, ecco le sue parole: “Domenica c’è una partita molto importante. Sono pronto a giocare se il mister mi mette in campo, sono felice che finalmente si gioca e non vedo l’ora di farlo” Sulle sue aspettative alla Juve ha detto questo: “Sono venuto qui per migliorarmi, diventare sempre più forte rispetto al giorno prima e per vincere le partite. Voglio rendere la città felice. Voglio vincere il campionato, ogni partitella in allenamento. Voglio vincere il più possibile“. Sulla posizione in campo ha detto: “Ho giocato in tanti ruoli, dove mi mette il mister gioco. Centrocampista, esterno, attaccante. Dipende contro chi giochiamo e come giochiamo. Io mi sento comodo in tutti i ruoli, non ne ho uno preferito“.

Kulusevski ha poi parlato di Ronaldo e Ibrahimovic: “Cristiano è fantastico, è molto simpatico. Parla con tutti, anche di cose fuori dal campo. Le sue parole sono come benzina, sono fortunato a poter giocare con lui e spero di aiutarlo. Ibra è stato un mio idolo, ha aperto porte in Svezia che nessuno aveva mai aperto. Abbiamo parlato, mi ha chiamato ed è stato emozionante per me perché quando ero piccolo non avrei mai pensato che lui potesse chiamarmi“. Il centrocampista bianconero ha poi chiuso parlando di mister Pirlo: “Come giocatore l’ho seguito tanto, come mister è uguale. E’ un onore essere allenato da lui. Mi parla e aiuta tanto, sono fortunato a essere allenato da lui. Mi dà sempre consigli e farò di tutto per aiutarlo“.

NOTIZIE PER TE

Juventus, il sogno di Mbappè: adesso il francese ha un obiettivo

Ormai è da diverso tempo che si parla del possibile approdo del golden boy, ritenuto il futuro del calcio, Kylian Mbappé nella squadra più ambita al mondo: il Real...

Fiorentina, ultima chiamata per Iachini? Dubbio Ribery…

Non solo la delusione subita dal tradimento di Federico Chiesa che è approdato ai rivali storici della Juventus, i tifosi della Fiorentina non sono soddisfatti dei risultati ottenuti in...