in

Juventus, la Champions di Pirlo: Dybala ancora in panchina

Paulo Dybala attaccante della Juventus
Paulo Dybala attaccante della Juventus

JUVENTUS – E’ ora di ripartire e di rimettere punti e gioco sulle gambe. La gara contro la Sampdoria di Claudio Ranieri aveva illuso i tifosi e la critica rispetto di più che leciti dubbi riguardo Andrea Pirlo. La gara di Roma contro i giallorossi, poi, ha fatto sorgere nuovi ed importanti che a Crotone si sono confermati e forse sono anche aumentati.

La Juventus ora, però, non stare a pensare a quello che sarebbe potuto essere in campionato e deve assolutamente pensare a quel che potrebbe essere in Champions nel caso di un inizio positivo. La gara, come tutte le trasferte europee in latitudini ben lontane, è una partita scomoda da affrontare a temperature rigide e ancora sconosciute. Il silenzio dello stadio Olimpiski potrebbe essere un vantaggio e la Juventus deve assolutamente far vedere il suo maggiore tasso tecnico.

LEGGI ANCHE

Le scelte di Pirlo dovrebbero seguire ancora una volta la linea tracciata in queste prime tre gare e potrebbero portare Dybala ad accomodarsi ancora in panchina. Il freddo di Kiev non può essere uno scenario ottimale per chi, come l’argentino, arriva da un volo intercontinentale e con le conseguenze di un infortunio muscolare importante. Dybala è fermo da mesi e rischiarlo questa sera potrebbe complicare ancor di più il futuro di una squadra che, senza Ronaldo, può appigliarsi solo alle giocate della Joya.

La Juventus questa sera dovrà vincere di squadra, di collettivo perché i big in grado di illuminare la serata fredda e grigia di Kiev non ci saranno. Oggi è il tempo di vedere quel calcio “liquido” che il Maestro Pirlo professa e che i tifosi aspettano. I tifosi vogliono tornare a vincere e ricominciare a farlo in Europa potrebbe essere una spinta in più.

Dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency
Dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Juventus-Dinamo Kiev; le scelte di Pirlo: torna Chiellini,  Morata-Kulesevski in attacco

Pirlo ha poche certezza in attacco, con le assenze di Ronaldo Dybala, ma le vorrebbe ritrovare in difesa. Il ritorno fra i titolari di capitan Chiellini è una buona notizia per una squadra che cerca stabilità e che vuole tornare a vincere. La mentalità dei veterani deve essere la base da cui ripartire per una squadra giovane e promettente. Il trio di difesa sarà composto, appunto, da Chiellini che verrà accompagnato da Bonucci e dal solito Danilo.  A centrocampo, l’unico certo di una maglia è Bentancur che sarà accompagnato da uno fra Rabiot Arthur. A completare la mediana ci saranno Cuadrado a destra e Chiesa a sinistra. In attacco Pirlo si affiderà al tandem Morata-Kulusevski che sarà supportato da Aaron Ramsey.

Dinamo Kiev (4-2-3-1) Bushshan; Kedziora, Zabarniy, Popov, Mykolenko; Sydorchuk, Shaparenko;Rodrigues, Buyalski, De Pena; Supryaga.  ALL. Lucescu

Juventus (3-4-1-2) Sczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Rabiot, Bentancur, Chiesa; Ramsey; Kulusevski, Morata.  ALL. Pirlo