in

Juventus, Mauro: “Dybala? Non gli rinnoverei il contratto, non è indispensabile”

L’ex giocatore della Juventus, Massimo Mauro, ha detto la sua sul rinnovo di Dybala e su come agirebbe se fosse nei panni della dirigenza

Massimo Mauro, ex difensore di Juventus e Napoli
Massimo Mauro, ex difensore di Juventus e Napoli

Uno degli argomenti più in voga al momento è quello relativo al rinnovo di Dybala con la Juventus, che, dopo tanti mesi di trattative, ora potrebbe sorprendentemente saltare, per un mancato accordo tra le due parti dal punto di vista economico. A parlare della situazione è stato l’ex giocatore bianconero, Massimo Mauro, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, che ha espresso la sua opinione a tal riguardo: “In questo momento non vorrei essere al posto dei dirigenti della Juventus che devono scegliere se tenere o meno Dybala, perché non è sicuramente una decisione semplice. Forse, alle cifre di cui si parla è giusto dire di no, in quanto non vale 20 milioni lordi annuali di stipendio e penso che nemmeno l’Inter lo prenderebbe a queste condizioni. Ovviamente questi discorsi sono fatti in base al campionato che sta facendo quest’anno, magari il prossimo ne farà uno ottimo.

Mauro, poi, ha continuato spiegando che, a suo parere, Dybala non è l’uomo che serve al momento alla squadra, mentre lui, con i soldi risparmiati dall’ingaggio, punterebbe su giocatori italiani: “Tutti quanti gli riconosciamo le qualità tecniche che sono indiscutibili, ma nelle vittorie della Juventus, al momento, è stato utile, ma non indispensabile. Prima di lui, poi, penso che i bianconeri debbano costruire un nucleo di italiani, perché Paulo ha un grande sinistro, ma ora conta più l’appartenenza e non basta essere stati tanti anni in una squadra. Grazie ai soldi risparmiati, il club potrebbe fare un investimento importante e punterei su Scamacca o Zapata“.