in

Juventus, Morata brilla anche con la Nazionale

Alvaro Morata, attaccante della Juventus e della Nazionale spagnola
Alvaro Morata, attaccante della Juventus e della Nazionale spagnola

Alvaro Morata continua a stupire i tifosi della Juventus e non solo. Arrivato negli ultimi sgoccioli del calciomercato estivo, l’attaccante spagnolo doveva essere la terza scelta per la compagine allenata da Andrea Pirlo e, invece, si sta dimostrando un acquisto più che azzeccato. Morata ha cominciato la stagione con grande determinazione ed è diventato, in poco tempo, l’uomo chiave per l’attacco bianconero.

L’ex calciatore dell’Atletico Madrid, inoltre, colpisce anche al di fuori dei confini italiani: dopo la convocazione della Nazionale Spagnola, nella gara contro la Germania valevole per la UEFA Nations League, ha siglato il gol del momentaneo 1-0 trascinando i suoi alla vittoria e alla qualificazione alla final four. Felice del rendimento dell’attaccante è il Ct della Spagna, Luis Enrique: “Morata da quando è alla Juventus è diverso”.

Alvaro Morata, attaccante della Juventus @imagephotoagency
Alvaro Morata, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Juventus, Morata più forte delle critiche

Dopo le svariate critiche ricevute, Morata è riuscito a smontarle, dimostrandosi un vero leader nella zona offensiva. Non è stato facile per lo spagnolo mettersi in luce, visto che a causa del Covid-19 ha avuto il compito di non far pesare le assenze pesanti di Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala. Un onere importante, quindi, quello che Pirlo ha assegnato al talentuoso spagnolo. Morata, però, non è diventato soltanto un bomber in grado di fare goal e permettere alla propria squadra di vincere una partita ma, anche, ha rivoluzionato il suo stare in campo: lo abbiamo conosciuto nel tempo come una punta di movimento in grado di sorprendere la difesa avversaria mentre, ora, agisce spesso come centravanti, caratterista utile per le squadre di alta classifica.

Nelle ultime partite, inoltre, ha aperto molti spazi per Ronaldo ed è riuscito a venire incontro agli esterni per non far stoppare le ripartenze ed ha attaccato in modo giusto la profondità del campo avversario. Si può dire, quindi, che abbiamo visto lo spagnolo diverso dal passato. L’obiettivo principale rimane la continuità, affermato anche in una sua intervista: “Sarà la seconda volta in carriera che gioco per più di un’ora per sei match di fila, lo desideravo da tempo. Neanche nelle mie prime stagioni a Torino ero così continuo, ma avevo 19 anni”. La Juventus ringrazia, senza dubbio, il numero 9 e lo spagnolo studia  per diventare ancor di più un grande top player.

Commenti

Lascia un commento

Loading…

0

Vota Articolo

349 points
Upvote Downvote
Nations League, Italia batte Polonia 2-0 @imagephotoagency

Bosnia-Italia streaming gratis: la gara in Diretta LIVE Hesgoal

Francesco Totti, ex capitano della Roma

Francesco Totti continua ad amare la sua Roma… da lontano per ora