in

Juventus, Pirlo: “Bonucci e Dybala out. Credo in Morata”

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus

L’allenatore della Juventus risponde alle domande dei giornalisti, affiancato da Giorgio Chiellini, alla vigilia dell’importante sfida di Champions League contro il Porto.

Dopo il Ko in campionato contro il Napoli, la Juventus cerca l’immediato riscatto in Champions League. Dopo aver passato i gironi insieme al Barcellona (che stasera sfiderà il Paris Saint-Germain in una sfida tra le stelle Messi e Mbappé), gli uomini di Pirlo si apprestano ad affrontare il primo round degli ottavi di finale contro il Porto. Allo stadio Dragão, non sono concessi passi falsi, onde evitare complicazioni per il passaggio del turno certamente alla portata dei bianconeri.

Juventus, Pirlo: “Siamo a livello delle altre. Bisogna essere pazienti”

La Champions League è un trofeo a cui la Juventus punta ormai da anni ma Pirlo è consapevole della numerosa e qualitativa concorrenza tra i club che la disputano: “La Champions è una competizione particolare, diversa dal campionato. Ci sono tante squadre che lottano per vincere. Tutti vogliono farlo e dipende molto dal momento in cui ti trovi e affronti le squadre. E’ importante essere pronti mentalmente. Siamo a livello delle altre. Quando si arriva agli ottavi tutti hanno il sogno di poter arrivare fino in fondo. La Champions è un obiettivo e un sogno. L’importante è crederci e sapere di essere una squadra che può arrivare fino alla fine.”. Seppur il sorteggio è stato gentile con la Juventus, il Porto non è una squadra da sottovalutare e Pirlo ne è consapevole: “Loro sono una squadra compatta. molto brava a difendersi e stringersi con due linee da quattro. Stile Atletico Madrid. Servirà pazienza nel non forzare le giocate e non concedere ripartenze perché hanno giocatori di gamba e forza fisica. Dovremo fare una partita attenta ed essere calmi non concedendo loro di giocare sui nostri errori”.

Pirlo fa, poi, il punto sulla situazione degli infortunati: “Sono tutti convocati e viaggeranno con noi, ma Bonucci e Dybala non saranno disponibili. Ramsey invece ci sarà. Vogliono tutti stare con la squadra”. Oggetto di domanda è il periodo no di Alvaro Morata: “Ha giocato tanto, rientrava da un problema muscolare, poi ha avuto l’influenza quindi nell’ultimo periodo non è mai stato al 100%. E’ contento, sta bene, ha bisogno solo di fare gol come tutti gli attaccanti. Crediamo in lui. Sia lui che Kulusevski stanno bene. Domani dopo la rifinitura valuteremo chi far giocare dall’inizio”.

Giorgio Chiellini
Giorgio Chiellini, Juventus

Juventus, Chiellini: “Ritiro? Non penso al futuro. Bonucci lo conosco più di mia moglie”

Al fianco del suo ex compagno ed ora allenatore, Andrea Pirlo, c’è Giorgio Chiellini che racconta il periodo della sua squadra: “Arriviamo da un periodo molto positivo e la partita di sabato non ci scalfisce. Abbiamo grande equilibrio e calma e vanno comunque distinte le due competizioni. In campionato mancano 16 partite più il recupero e siamo ancora in lotta e adesso inizia un altro grande obiettivo come la Champions. Abbiamo tanto entusiasmo e voglia di far bene consapevoli delle difficoltà che ci attendono domani”. Il difensore bianconero analizza la squadra avversaria: “Loro si difendono bene e subiscono pochi gol. Questo potrebbe metterci in difficoltà vista l’importanza dei gol in fuoricasa negli scontri diretti. Sono fisici e pericolosi nelle ripartenze. Da quando abbiamo pescato il Porto ho cominciato a studiare i loro attaccanti. Sono pericolosi sia negli spazi che nei cross, hanno ottimi giocatori”.

Chiellini, veterano della retroguardia bianconera, racconta il feeling con i compagni: “Siamo quattro centrali con caratteristiche diverse. Serve lo spirito di gruppo e tra di noi c’è grande feeling. A seconda del compagno che ti gioca vicino cambia sempre qualcosa perchè hanno caratteristiche diverse. De Ligt lo conosco molto meglio rispetto ad un anno e mezzo fa. La stessa cosa vale per Demiral e Bonucci che ormai penso di conoscere più di mia moglie”.

Alla domanda su un possibile ritiro dal calcio giocato a breve, Chiellini risponde: “Vivo il quotidiano con entusiasmo provando a fare il mio massimo e senza pensare troppo al futuro”.

Sartor, l’ex Inter e Roma ai domiciliari: coltivava marijuana in un casolare abbandonato

Strakosha

Borussia Dortmund, idea Strakosha: occhi puntati sulla Lazio