in

Juventus, Pirlo contro Allegri: si sogna la cavalcata del 2015

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus @imagephotoagency
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus @imagephotoagency

La Juventus che si appresta ad affrontare il Barcellona in un match che sicuramente sarà
spettacolare, è ancora una squadra del tutto da decifrare. Ancora non è chiaro quale sia la formazione tipo che Andrea Pirlo considererebbe titolare, in quanto starebbe ancora studiando gli uomini che ha a disposizione. Al momento sono indisponibili elementi molto importanti, dei titolarissimi in grado di spostare gli equilibri della Juventus: si tratta di giocatori come De Ligt, Chiellini, Alex Sandro e Cristiano Ronaldo.

Una volta recuperati anche questi, il Maestro finalmente potrà concentrarsi veramente sul tipo di squadra che avrebbe intenzione di schierare nelle partite più importanti. Finora, di tempo per provare tattiche e soluzioni diverse ce ne sarebbe stato poco, tra pause per lasciare spazio ai vari impegni delle Nazionali e match ogni tre giorni, tenendo conto anche di un brevissimo precampionato avaro di amichevoli probanti. Tuttavia, bisogna anche fare i conti con la realtà: in campionato, la Juventus ha ottenuto una sola vittoria sul campo, pareggiando tre partite. Un magro bottino che relega i bianconeri al triste primato di seconda partenza più lenta della storia della Vecchia Signora.

Juventus, nel 2015 partenza lenta, poi la rimonta

Di analogie con quella squadra ve ne sono tante. Andrea Pirlo è al lavoro per plasmare la nuova squadra che ha a disposizione, dopo un’annata non proprio straordinaria con Maurizio Sarri in panchina. Dalla Juventus sono andati via giocatori molto importanti in questi anni, come Matuidi, Higuain, Pjanic e Douglas Costa ed al loro posto ne sono arrivati altri più giovani che hanno bisogno di tempo per inserirsi in un contesto del tutto nuovo.

LEGGI ANCHE

LEGGI ANCHE  Roma, Zaniolo rinnova? La Juventus ci pensa, ma...

Come allora, il Maestro sta cercando di trovare l’assetto ideale, studiando le caratteristiche degli uomini a disposizione. Inoltre, sono sbarcati a Torino giocatori giovani e magari poco conosciuti, le cui qualità e caratteristiche si potranno ammirare nel prosieguo della stagione. Insomma è stato un inizio in salita finora per Pirlo, ma qualcosa di buono si è intravisto, nei match contro la Dinamo Kiev e contro l’Hellas Verona, seppur a tratti. Ma si sa che cavalcate trionfali come quella del 2015 si possono ripetere raramente, ma comunque la Juventus si sta preparando proprio per questo. Alla squadra dell’ex centrocampista di Flero servirebbe la partita della svolta, come accaduto nella sera di Halloween di cinque anni fa e quella partita potrebbe essere proprio quella contro il Barcellona di questa sera.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

749 points
Upvote Downvote
Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Juventus, Burioni risponde a Ronaldo: “Ci servirai per il calcetto”

Champions League, la Lazio strapazza il Dortmund: all'Olimpico finisce 3-1 @imagephotoagency

Lazio, il Covid ferma Inzaghi: “Tutti isolati e per il Torino…”