Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus @imagephotoagency
in

Juventus, Pirlo risponde presente, ma la Champions è sempre più lontana

Ronaldo e Dybala guidano la vittoria contro il Sassuolo tenendo viva la speranza bianconera. Andrea Pirlo ci crede e suona la carica in vista degli ultimi due turni. La Juventus ha il dovere di provarci, ma due vittorie potrebbero non bastare

I bianconeri risorgono

Con la buona vittoria di ieri, la Juventus ha dimostrato di non aver mollato e di credere ancora nella qualificazione alla prossima Champions League. La strada è sempre più difficile però, i bianconeri non sono più fautori del loro destino, ma sono costretti a sperare in almeno un passo falso del Napoli, o di due sconfitte di Milan o Atalanta. Queste ultime tre uscite allo stesso modo vincenti dalle loro rispettive sfide della 36^ giornata. Con 180 minuti ancora da disputare, l’unico imperativo che ha la Juventus è vincere. Nel dopo gara di ieri, Andrea Pirlo ha suonato la carica, dichiarando di credere ancora nella qualificazione: “Non dipende più da noi, ma dobbiamo fare il nostro dovere e vincere le ultime due partite.

Ronaldo e Dybala, attaccanti Juventus @imagephotoagency
Ronaldo e Dybala, attaccanti Juventus @imagephotoagency

Il destino è nelle mani di Conte

La sfida cruciale per i bianconeri sarà quella di sabato sera contro l’Inter. La Juventus si troverà di fronte ad Antonio Conte, lo stesso allenatore che aveva dato inizio al dominio bianconero in campionato e lo stesso che l’ha interrotto. Il tecnico dell’Inter potrebbe quindi segnare un altro punto fondamentale della storia della Juve, condannandola all’esclusione dalla Champions League dopo 10 anni (il 7° posto nella stagione 2010-2011 con Luigi Del Neri). Il tecnico salentino pochi giorni fa aveva dichiarato: “Vogliamo vincere tutte le partite restanti”, e lo ha dimostrato ieri vincendo in scioltezza sulla Roma. Conte ha lanciato un chiaro messaggio alla squadra di Pirlo: l’Inter andrà a Torino con l’obiettivo di vincere. E ancora una volta il destino della Juventus incrocerà Antonio Conte.

Antonio Conte (Inter) e Andrea Pirlo (Juventus)
Antonio Conte (Inter) e Andrea Pirlo (Juventus)

La lotta Champions e le prossime partite

Con le vittorie delle prime sei della della classe, la situazione in classifica non è cambiata. Con l’Inter già campione, appaiate a 75 punti ci sono Atalanta e Milan, segue il Napoli a 73, la Juventus a 72 e la Lazio a 67 (con una partita in meno). Se ad Atalanta e Milan basta una vittoria per avere la certezza della qualificazione, la sfida è sicuramente più accesa tra Napoli e Juventus. Gli azzurri sembrano leggermente favoriti dal calendario, e nelle ultime due partite incontreranno Fiorentina e Verona, entrambe salve e senza nulla da chiedere al campionato. I bianconeri avranno di fronte la difficile sfida con l’Inter, e poi la trasferta di Bologna. Per la Lazio la possibilità sembra essere ormai svanita: seppur ancora aritmeticamente in gioco, dovrebbe battere Roma, Torino e Sassuolo, e allo stesso tempo sperare nella doppia sconfitta di due delle squadre che la precedono. La Juventus ora c’è, ma potrebbe essere troppo tardi.

Sullo stesso argomento
Juventus, incontro imminente con il Sassuolo per Locatelli