in

Juventus, quale futuro per Cristiano Ronaldo?

Dopo tre anni vissuti all’ombra della Mole, Cristiano Ronaldo potrebbe lasciare la Juventus. Il futuro rimane ancora incerto, ma non mancano le pretendenti per un’ultima grande esperienza da ricordare

Cristiano Ronaldo (Juventus) @Image Sport
Cristiano Ronaldo (Juventus) @Image Sport

Sirene francesi

L’asso portoghese della Juventus Cristiano Ronaldo ha un ingaggio monstre di 31 milioni netti a stagione, dunque sono ben poche le squadre che se lo possono permettere in questo momento finanziario delicato. Una di queste è il Paris Saint Germain, che potrebbe offrire al nuovo direttore sportivo bianconero Fabio Cherubini due contropartite gradite come Moise Kean, che sarebbe riscattato dall’Everton e poi girato proprio nella squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta e Mauro Icardi, autentico chiodo fisso di mister Allegri che vorrebbe affidargli le chiavi dell’attacco nella prossima stagione. La cessione del portoghese, tra l’altro, alleggerirebbe notevolmente il monte ingaggi della Juventus e permetterebbe alla società di ringiovanire la rosa, dato che l’ex Real Madrid ha 36 anni.

Juventus, tra brand e mercato: l'impatto economico di Pogba
Paul Pogba, centrocampista del Manchester United

Il richiamo di casa

Un’altra squadra che si può permettere l’ingaggio di Cristiano Ronaldo è il Manchester United, che potrebbe offrire come contropartita il centrocampista francese Paul Pogba, già alla Juventus dal 2013 al 2017, che ha un contratto in scadenza il prossimo anno con gli inglesi e potrebbe decidere di chiudere anzitempo la sua avventura con i Red Devils di Solksjaer. D’altro canto, dalle parti dell’Old Trafford sarebbero davvero felici di riaccogliere in organico CR7, che ha già giocato in questa squadra tra il 2003 ed il 2009 ed ha vinto tutto quello che si poteva nell’esperienza condivisa col suo grande mentore Alex Ferguson.

Cristiano Ronaldo, Juventus @imagephotoagency
Cristiano Ronaldo, Juventus @imagephotoagency

Futuro in bianconero

Il futuro di Cristiano Ronaldo verrà deciso alla fine dell’Europeo, ma la situazione economica mondiale potrebbe anche convincere l’asso portoghese a restare fino alla naturale scadenza del suo contratto alla Juventus, cioè fino al 2022. Il portoghese ha più volte ribadito che a Torino si trova bene e che resterebbe volentieri. La certezza è che farà parlare di sé nella prossima sessione di calciomercato, ma altrettanto certa è la posizione della dirigenza bianconera: qualora le offerte ricevute non soddisferanno le richieste, il club sarebbe disposto a trattenere l’asso portoghese per tentare insieme l’ultimo grande assalto alla Champions League.

Sullo stesso argomento
Juventus, Demiral ai saluti: l'Atalanta osserva