in

Juventus, Sarri deve risolvere alcuni problemi se vuole rimontare il Lione

Gonzalo Higuain della Juventus
Ronaldo e Higuain, giocatori della Juventus (foto by @imagephotoagency)

Dopo aver conquistato lo scudetto, la testa della Juventus è ormai al 7 agosto quando affronterà nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League il Lione. Una sfida, quella con i francesi, in cui i bianconeri dovranno ribaltare la sconfitta della gara di andata per 1 a 0. Una rimonta non impossibile, ma diversi dubbi aleggiano sui giocatori di Sarri dopo le ultime uscite stagionali. La Vecchia Signora nelle ultime 7 uscite in Serie A ha faticato portando a casa solamente due vittorie, contro Lazio e Sampdoria, due pareggi sofferti in rimonta contro Atalanta e Sassuolo e ben 3 sconfitte contro Milan, Udinese e Cagliari. Risultati che non hanno impedito a Ronaldo e compagni di festeggiare il nono scudetto consecutivo, ma che hanno messo in luce alcuni limiti che spaventano in vista del ritorno in Europa.

La Juventus, infatti, ha fatto fatica contro avversari che hanno alzato il ritmo di gioco a causa del calo atletico avuto dopo il lockdown. In un certo senso lo scudetto ottenuto in anticipo aiuta a far rifiatare alcuni elementi della rosa e a lavorare per ritrovare quella freschezza decisiva per giocare in Champions. L’altro problema di Sarri in questo momento è legato a Dybala. La Joya è infortunata e il suo recupero per la gara con il Lione diventa fondamentale visto anche l’appannamento di Higuain nell’ultimo periodo. Infine l’ultimo problema di bianconeri è la tenuta difensiva. In Serie A le reti subite sono state 40, un po’ troppe per la squadra Campione d’Italia.

Juventus, il destino del Lione passa da una settimana decisiva

Lione-Juventus, gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League
Lione-Juventus, gara d’andata degli ottavi di finale di Champions League

Contro la Juventus il 7 agosto ci sarà, invece, un Lione che ha potuto approfittare del post lockdown per lavorare a due obiettivi, la finale di Coppa di Francia e appunto il ritorno di Champions League contro la Juventus. Come riporta Tuttosport, al momento la mente di Rudi Garcia è concentrata sulla sfida al Paris Saint Germain, ma il tecnico si sente sicuro del suo destino in Champions League.

Abbiamo una grande squadra – ha dichiarato Rudi Garciae siamo ad un passo dai quarti di finale di Champions League. La nostra priorità al momento è quella di provare a vincere un trofeo contro il Paris Saint Germain. Per noi è molto motivante giocarci tutto in queste due partite. Dobbiamo evitare di considerare la sfida con il Psg una sorta di preparazione a quelle contro la Juventus, ci sarà tempo di concentrarci sulla Champions League dopo la finale di Coppa di Francia“.

Gaetano Castrovilli, centrocampista della Fiorentina

Fiorentina, Castrovilli: operazione riuscita

Leo Messi, attaccante del Barcellona

Barcellona, presentata la nuova maglia da trasferta: Messi testimonial