Juventus, tocca a Chiesa: Pirlo sceglie il tridente “verde”

Juventus, Chiesa pronto all’esordio

Che si tratti di decisione presa in anticipo o dettata dall’indisponibilità di Ronaldo e (forse) Dybala, poco importa. Il famoso ringiovanimento della rosa della Juventus toccherà un’importante tappa a Crotone, dove Pirlo appare orientato a schierare un tridente “verde”. La sua composizione è frutto di ritorni, Morata, e volti nuovi, Kulusevski ma soprattutto Federico Chiesa. I tre formeranno un attacco dall’età media di 23 anni, un abisso rispetto alle ultime annate.

Tuttavia, non basta lanciare calciatori giovani dall’inizio, soprattutto in casa Juventus dove vincere è obbligo e non esistono anni di transizione. Dopo il 3-0 a tavolino contro il Napoli, i bianconeri lavorano per conquistare sul campo un’altra vittoria, in una gara che sulla carta lascia poco spazio a timori di sorta. Nonostante ciò, la curiosità in merito alla prova di Chiesa sarà comunque presente: che esordio sarà per l’ex Fiorentina?

Juventus, Chiesa titolare del futuro: la soluzione con Ronaldo e Dybala

Nella sua prima uscita con la maglia della Juventus, secondo La Gazzetta dello Sport, Chiesa abbandonerà i panni dell’esterno a tutta fascia, concentrandosi sul ruolo di esterno di attacco che gradisce particolarmente. Alle sue spalle nel 3-4-3 di Pirlo dovrebbe agire il giovane Frabotta, reduce dagli impegni con l’U21. Nazionale che fino a poco tempo fa vedeva tra le sue stelle proprio lo stesso Chiesa, che ora sogna un battesimo indimenticabile.

In futuro non è detto che tale soluzione non venga riproposta, anche a supporto di Dybala e Ronaldo. Infatti, Chiesa può occupare indifferentemente la fascia destra e quella sinistra, zona di competenza del portoghese, con la Joya che potrebbe agire da trequartista alle spalle di Morata. Soluzione priva di equilibrio? Forse, ma la gara di Roma ha dimostrato come Pirlo accetti il rischio in favore dell’esaltazione dei singoli, sebbene tale pratica alla lunga potrebbe costare punti preziosi.