Siviglia, la nuova avventura del Papu

Dopo sei stagioni a Bergamo, il Papu abbandona la Dea e diventa un nuovo giocatore del Siviglia, che lo acquista a titolo definitivo. Alla corte di Lopetegui, Gomez non ha sprecato tempo: andando a segno poco dopo il suo arrivo, in campionato, ora il Papu vuole prendersi Siviglia e tutti i tifosi spagnoli a suon di gol e magie.

Da quando Alejandro Gomez, per tutti gli amanti del calcio “Papu, ha lasciato la Serie A nell’ultima sessione di calcio mercato invernale, il nostro campionato non è più lo stesso. Le sue magie mancheranno in campo, ma soprattutto nel cuore dei tifosi nerazzurri che lo hanno potuto ammirare mentre si è caricato sulle spalle una squadra intera, portandola ai vertici della Serie A e in Europa, diventandone il capitano. Il percorso di Gomez all’Atalanta rappresenta una storia agro-dolce per tutti gli appassionati del calcio italiano: come una storia d’amore bellissima che però termina per cause di forza maggiore. Così come due innamorati che infine prendono due direzioni diverse, il Papu e l’Atalanta hanno cessato di essere quell’entità quasi totale che ha caratterizzato il calcio bergamasco negli ultimi anni. A nulla sono servite le mediazioni: le incomprensioni, soprattutto tattiche, tra Gian Piero Gasperini, tecnico della Dea, ed il Papu Gomez, hanno portato alla separazione dopo sei stagioni in nerazzurro. La parola finale però, è forse spettata al Papu, che ha deciso di trasferirsi in un altro campionato, via dall’Italia, rinunciando alla corte di top club come Juventus, Milan e Inter che ne hanno monitorato ogni mossa durante l’ultimo periodo a Bergamo, quello da separato in casa.

Gomez in Liga: inizia l’avventura con il Siviglia

Papu Gomez, Siviglia
Papu Gomez, Siviglia

Ora la nuova avventura in Spagna, iniziata ufficialmente il 26 Gennaio, porta il Papu a vestire una maglia molto diversa da quella nerazzurra. E sebbene il bianco e il rosso del Siviglia sembrino portare fortuna all’Argentino, per molti tifosi è ancora surreale non vedere le magie del capitano della Dea su un campo di calcio italiano. Nonostante ciò, la squadra campione dell’ultima Europa League si è aggiudicata le prestazioni del fuoriclasse per una cifra complessiva intorno agli 8 milioni di euro, bonus compresi.  Il Siviglia di Lopetegui viaggia a ritmi straordinari in questa edizione de LaLiga, trovandosi attualmente in terza posizione con 48 punti, uno in più del Barcellona e a 4 distanze dal Real Madrid secondo. Non solo, perché nelle ultime 5 partite di campionato i biancorossi hanno centrato altrettante vittorie, mentre hanno sconfitto il Barcellona nella semifinale di andata di Copa del Rey. Proprio quest’ultimo risultato è stato raggiunto insieme al Papu, in campo già nei quarti di finale contro l’Almerìa, disputati il 3 Febbraio. In questa occasione, l’Argentino, schierato da esterno destro nel 4-3-3 di Lopetegui, non ha brillato, anche se ha dimostrato di potersi integrare negli schemi pensati dal tecnico spagnolo nonostante i pochi allenamenti. Per il Papu quindi solo un’ora di gioco nella sfida poi vinta grazie al gol di Ocampos al minuto 67. Sebbene l’attaccante non abbia messo a segno un gol o un assist per i compagni, si è comunque reso pericoloso, creando due buone occasioni e servendo passaggi precisi mostrando anche qualche accelerazione. Tutto ciò ha portato alla conferma nel post-partita da parte di Lopetegui, che ha sottolineato la prestazione dell’Argentino nonostante le difficoltà di uno stop (forzato) durato un mese e mezzo.

Anche se è ancora presto per determinare l’operato del Papu a Siviglia, soltanto 3 giorni dopo, in occasione del match di campionato contro il Getafe, vinto per 3-0, il fuoriclasse argentino ha già fatto innamorare i tifosi biancorossi con un gol che ha chiuso (di fatto) la partita. E la rete ha assunto un significato ancor più speciale, visto l’ingresso in campo dalla panchina, al posto di Ocampos al 57’. Il Papu ha apportato quantità e qualità, approfittando dell’uomo in meno nel Getafe e facendo quello che sa fare meglio: al minuto 87 ha messo in mostra tutta la sua classe dalla distanza, con un tiro di sinistro che si imbuca all’incrocio dei pali e che va a terminare una buona manovra del Siviglia. Il Papu mette quindi lo zampino sulla vittoria che porta il Siviglia alle spalle del Real Madrid, che di fatto corre ai ripari per evitare che la squadra di Lopetegui possa continuare la propria scalata, dovesse continuare a macinare vittorie. 

Nonostante l’Argentino sia appena arrivato, Alejandro Gomez dimostra ancora di poter essere decisivo, dopo Bergamo, in una città completamente diversa come Siviglia. Il campo fornirà la propria sentenza, ma per ora, il supporto dei tifosi biancorossi, e non solo, sicuramente è indirizzato al Papu.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search