Manchester City-Chelsea
in

La Premier League sul tetto d’Europa: record del 2019 ad un passo dal bis

Nel 2019 le 4 finaliste di Champions ed Europa League furono tutte inglesi. Due anni più tardi il record assoluto può essere eguagliato ancora una volta da quattro società della Premier League

La Premier League è ancora il miglior campionato del mondo

La Premier League è il miglior campionato del Mondo, dove si affrontano i migliori calciatori e allenatori nelle migliori squadre del pianeta. Ormai sembra diventata stucchevole retorica ma non è così. Questa è la realtà dei fatti e la Champions League continua ad essere la cartina al tornasole di una manifesta superiorità. Due anni dopo la storica doppia finale tutta inglese tra Liverpool e Tottenham in Champions League e Chelsea e Arsenal in Europa League, il calcio d’Oltremanica potrebbe riscrivere nuovamente la storia. Chelsea e Manchester City sono già proiettate all’atto finale di Istanbul, il Manchester United vede la finale di Europa League, salvo miracoli della Roma, l’Arsenal dovrà ribaltare il Villarreal. El submarino amarillo sarà l’unica possibile variante di un possibile poker inglese sul tetto d’Europa. Un record unico e mai visto, due stagioni più tardi nuovamente alla portata.

Champions League, la vittoria del Liverpool
Champions League, la vittoria del Liverpool nella stagione 2018/2019

Liverpool-Tottenham e Chelsea-Arsenal: nel 2019 finali tutte inglesi

Nel 2019 il Liverpool sollevò al cielo di Madrid la sesta Champions League della propria storia, sconfiggendo il Tottenham per 2-0. Un’edizione di Champions in cui ai nastri di partenza degli ottavi di finale, la Premier League portava in rappresentanza tutte e quattro le squadre qualificate ai gironi. Il Tottenham eliminò agli ottavi il Manchester City al termine di un’epica gara di ritorno conclusa 4-3 per i Citizens, estromessa in virtù dei gol segnati fuori casa dagli Spurs. Il Manchester United uscì invece ai quarti di finale per mano del Barcellona, in un complessivo netto 4-0.

Nello stesso anno anche in Europa League, la finale fu tutta di marca inglese. Chelsea ed Arsenal si affrontarono nella finale di Baku, stravinta per 4-1 dai Blues di Maurizio Sarri. Le uniche due partecipanti della Premier League giunsero in finale dopo aver dominato i rispettivi gironi ed aver effettuato un percorso netto e con poche difficoltà nella fase a eliminazione diretta. Una stagione completamente dominata dal calcio inglese, dopo due anni nuovamente ripetibile.

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri, ai tempi del Chelsea solleva al cielo l’Europa League 2018/2019

Arsenal e United per il poker con City e Chelsea

Ai blocchi di partenza della Champions e dell’Europa League 2020/2021, erano addirittura 7 le squadre inglesi partecipanti. Manchester City, Liverpool, Manchester United e Chelsea in Champions League; Arsenal, Tottenham e Leicester in Europa League. Tutte in grado di superare i gironi, eccetto i Red Devils, giunti terzi e retrocessi nella seconda manifestazione europea. Manchester United adesso ad un passo dalla finale dopo il 6-2 inflitto alla Roma, dove potrebbe trovare l’Arsenal di Arteta. Sconfitti all’Estadio de la Ceramica per 2-1 dal Villarreal, i Gunners avranno la chance di tornare in finale di Europa League dopo la delusione contro i rivali del Chelsea di due stagioni fa.

Tutto già archiviato invece per l’atto finale della Champions League 2020/2021. A Istanbul, una fra Manchester City e Chelsea riporterà la coppa dalle grandi orecchi in Inghilterra, dopo l’anno di mezzo firmato Bayern Monaco. Un dominio delle società di Premier League divenuto certezza, frutto senz’altro di risorse economiche maggiori ma anche di una migliore programmazione. Il denaro deve esser saputo spendere e gli investimenti nelle strutture hanno pagato negli anni. La Nazionale dei Tre Leoni si appresta a vivere un Euro 2021 da assoluta protagonista e la possibilità di assistere a due finali europee tutte inglesi è pura realtà. Un solo neo può intaccare questo dominio britannico nel continente, con nessun tecnico inglese tanto nel 2019 che nel 2021 a guidare le 4 finaliste. Forse l’unico tassello rimasto prima di avere in testa la corona di regina dell’Europa, con lo scettro però saldamente tra le mani da tempo.