in

Lazio-Bayern Monaco 1-4, all’Olimpico non c’è partita

La Lazio è caduta contro il Bayern Monaco, con gli uomini di Flick che hanno mostrato la loro netta superiorità nei confronti dei biancocelesti. I biancocelesti non sono stati all’altezza ed ora sono ad un passo dall’eliminazione dalla Champions.

Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco
Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco

Non è stata una serata felice per la Lazio, che è uscita sconfitta nella sfida con il Bayern Monaco, valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League. Gli uomini di Inzaghi sono andati subito sotto nella prima frazione con un grave errore della difesa, che ha lasciato libero Lewandowski di trovare la rete del vantaggio: con questo goal il centravanti polacco ha raggiunto un altro record nella massima competizione europea.

I biancocelesti hanno provato ad avere una minima reazione, reclamando un rigore dubbio per un fallo su Immobile. Tuttavia nel primo tempo si è visto lo strapotere dei bavaresi, che hanno giocato con una notevole tranquillità e leggerezza, dimostrando di poter segnare in qualsiasi momento. Il 2-0 è arrivato grazie al goal di Musiala, con defilato preciso, infilatosi alle spalle di Reina: per lui si tratta della prima rete in Champions, essendo un classe 2003 lanciato volutamente da Flick. In seguito gli ospiti hanno trovato anche il 3-0 grazie a Sanè e i numerosi errori difensivi delle Aquile.

Hans-Dieter Flick, tecnico del Bayern Monaco

Lazio-Bayern Monaco 1-4: Correa con orgoglio, ma i bavaresi sono superiori

Nel secondo tempo la musica non è cambiata, con il Bayern Monaco che ha ottenuto il dominio del campo oltre al pieno contro della gara, trovando nei primi minuti della ripresa il 4-0 con uno sfortunato goal di Acerbi. L’atteggiamento dei padroni di casa non è stato pessimo, poiché hanno sempre provato a tenere il campo e trovare il goal che potesse riaccendere le speranze. La rete di Correa, nata da una bella giocata di Luis Alberto, ha reso meno amaro il risulto finale: le Aquile possono recriminare un approccio sbagliato al match, dovuto dall’elevata tensione.

Oltre alla buona e solita prestazione del Bayern Monaco, bisogna considerare gli errori difensivi della Lazio, che hanno favorito e spianato la strada verso il successo agli uomini di Flick. Si è vista la netta superiorità tecnica e tattica dei bavaresi, con la retroguardia biancoceleste che ha dimostrato di non essere all’altezza delle big d’Europa. In caso dovesse arrivare una nuova qualificazione, la società laziale dovrebbe iniziare a lavorare proprio dal reparto difensivo.

Willy Ta Bi, qui con la maglia dell'Atalanta

Atalanta in lutto, morto l’ex Primavera Willy Ta Bi

Calciomercato Inter, Marotta non ha dubbi: Giroud, ci siamo!

Capolavoro Giroud: Chelsea batte Atletico Madrid 1-0