in

Lazio, ora la Champions: la forza delle seconde linee

Caicedo, attaccante della Lazio @imagephotoagency
Caicedo, attaccante della Lazio @imagephotoagency

La situazione in casa Lazio non è delle migliori e la trasferta di San Pietroburgo, forse, arriva nel peggiore dei momenti possibili. Andare a giocare in Russia non è mai facile e da questo tipo di trasferte spesso se ne esce mentalmente e fisicamente distrutti. Il freddo è senza dubbio un fattore, lo sa bene la Juventus che un paio di settimane fa ha giocato a Kiev. La Lazio, però, nonostante le mille defezioni può dire la sua e i risultati, certamente, possono dare quella spinta in più che è stata tolta con i casi di Covid.

In tal senso, intanto, la società si è fatta sentire confermando di aver rispettato le regole e la privacy dei calciatori. I dubbi, specie da parte di qualcuno, continuano ad esserci ma il club ha ben altro a cui pensare. La trasferta di domani può essere decisiva e una possibile vittoria darebbe una spinta importante in vista dell’ultimo sforzo finale verso l’ennesima pausa per le nazionali. Lo Zenit è senza dubbio una squadra più esperta e molto difficile da affrontare. Negli ultimi anni ha affrontato un progetto di europeizzazione senza precedenti e anche per questo Inzaghi dovrà dare il meglio di sè.

La formazione, inevitabilmente cambierà per cercare di dare maggiore freschezza ad una squadra che potrebbe accusare il colpo ma allo stesso tempo è ancora piena di gioia per quanto successo domenica pomeriggio contro il Torino. L’assenza di Luis Alberto peserà perché lo spagnolo è in grado di spaccare la gara nel caso dovesse complicarsi ma le seconde linee hanno dimostrato di essere dentro al progetto e di poter essere determinanti almeno quanto i titolari. Il gruppo Lazio è concentrato e una volta scongiurato il focolaio Covid è pronto a ripartire.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

726 points
Upvote Downvote
Romelu Lukaku, attaccante dell'Inter

Inter-Real Madrid, Conte sfida Zidane: Lukaku è il grande assente

Papu Gomez, attaccante dell'Atalanta

Atalanta-Liverpool, le probabili formazioni: Gomez e Zapata per far sognare la Dea