Lazio, Ruben Sosa in esclusiva: “Questa squadra può vincere tutto. Inter? Obbligata a vincere”

Ci siamo, finalmente anche il calendario di Champions League è stato stilato: si inizia il 20 ottobre, dove ad inaugurare la più importante competizione europea sarà la Juventus di Andrea Pirlo impegnata in Ucraina contro la Dynamo Kiev alle 18.55, seguita dalla Lazio di Simone Inzaghi che all’Olimpico di Roma ospiterà il Borussia Dortmund. I tifosi di Inter e Atalanta, invece, potranno tornare a cantare l’inno della Champions League il 21, quando i propri beniamini scenderanno in campo rispettivamente contro Mongeglabach e Midtjylland.

Per commentare gli accoppiamenti di Lazio e Inter, che sarebbero potuti essere sicuramente peggiori, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni Ruben Sosa, ex giocatore sia delle due italiane che del Borussia Dortmund. L’uruguayano si è soffermato in particolar modo sulla doppia sfida tra la squadra di Inzaghi e quella di Favre spiegando come, secondo una personale opinione, la Lazio abbia a disposizione una rosa in grado di poter vincere tutto. Successivamente, per concludere, Sosa ha parlato anche dell’Inter di Conte, spiegando come ad oggi sia la favorita per la vittoria dello scudetto.

Dopo diverse stagioni la Lazio é tornata in Champions League e nei gironi affronterà Club Brugge, Zenit e Borussia Dortmund. Lei ha vestito sia la maglia laziale che quella del club tedesco, a quale squadra è più legato? Crede che i ragazzi di Simone Inzaghi riusciranno ad accedere agli ottavi?

“Tiferò senza alcun dubbio Lazio, la maglia biancoceleste l’ho indossata per quattro anni mentre quella del Borussia solamente per una stagione e, nonostante abbia vinto la Bundesliga a Dortmund, sono molto più affezionato ai tifosi laziali. Quello contro i tedeschi sarà un doppio confronto molto difficile, è come se affrontassero il Bayern Monaco, ma non impossibile. Loro attaccano molto e sono molto forti in fase offensiva anche e soprattutto grazie ad Haaland che sta facendo benissimo. La società laziale ha a disposizione una grande rosa e quanto fatto lo scorso anno, periodo post Coronavirus escluso, ne è la dimostrazione. Inoltre alla guida della squadra c’è un grande allenatore come Inzaghi. Sarà difficile ma possono giocarsela contro il BVB”.

Quali crede siano le principali differenze tra Lazio e Dortmund?

“Le differenze sono diverse, innanzitutto tra lo stile di gioco italiano e quello tedesco. In Germania il calcio é molto fisico mentre manca un po’ di tecnica, non mollano mai ed é incredibile quanto riescano a correre i giocatori. Il calcio italiano, però, è migliore, è più forte, la Lazio, a partire dal centrocampo fino ad arrivare all’attacco, ha giocatori con una tecnica straordinaria. Sarà importantissimo per la squadra di Inzaghi non rischiare in zona difensiva, perchè in Champions si paga caro ogni errore, anche il più banale, l’approccio mentale alle gare sarà decisivo”.

Immobile e compagni riusciranno a ripetere quanto fatto nella scorsa stagione?

“Come dicevo prima la Lazio ha una squadra fortissima, che può lottare per vincere tutto. Dovranno essere sempre concentrati e sperare che nessuno si faccia male, i risultati dei biancocelesti dipendono molto dai titolari, non dalla panchina. Si meritano di vincere qualcosa di importante, mi auguro posano farcela”.

L’Inter, anch’essa sua ex squadra, ha pescato invece Real Madrid, Shakhtar Donetsk e Borussia Mönchengladbach. Crede sia la favorita per passare il turno? Dove può arrivare la squadra di Conte in Champions ?

“Tutte le partite sono difficili ma hanno una grande squadra e un grande mister. Devono pesante partita per partita, solo così si arriva in finale”.

Pensa che l’Inter sia la favorita per vincere il campionato?

“L’Inter è sempre la favorita per vincere lo scudetto, sono tanti anni che a trionfare è la Juventus, ma ad oggi i nerazzurri hanno a disposizione grandi campioni: devono puntare al primo posto. Questo deve essere l’anno dell’Inter, Conte ormai conosce bene i suoi giocatori e quest’ultimi non possono sbagliare. I tifosi interisti meritano di tornare a vincere, Lukaku e compagni devono saper convincere”.