Lazio, Tare replica: “Si potrebbero dire tante cose, noi volevamo giocare”

Lazio-Torino, anche Igli Tare afferma il proprio pensiero rispetto alla decisione della Lega di dover giocare il match dell’Olimpico

Igli Tare (Lazio)
Tare, direttore sportivo della Lazio

Alle parole di Urbano Cairo, Presidente del Torino, arrivano in diretta Sky anche le parole del Direttore sportivo della Lazio, Igli Tare: “Potrei dire tante cose ma le tengo per me… Noi abbiamo rispettato il regolamento, siamo venuti allo stadio. Ora aspettiamo quel che riguarda il regolamento stando 45 minuti qua, poi lasciamo tutto in mano agli organi competenti. Avrei voluto giocare? Assolutamente sì. Conveniva anche a noi non giocare, ma il campionato va rispettato. Le cose sono state decise prima, quando ci sono questi momenti le cose vanno rispettate. Noi siamo qua ed aspettiamo”.

Continua poi Tare: Mi aspetto lo stesso iter JuventusNapoli? Non vogliamo entrare in queste dinamiche, solo fare il nostro compito rispettando ciò che dice la lega. Le ragioni del Torino? Io non devo capire, devo solo rispettare il regolamento della Lega. Ci sono tanti punti di vista, ma non compete a me discutere. Il Torino quali alternative avrebbe potuto avere? Non voglio creare alcuna polemica. Sappiamo come stanno le cose. Noi siamo qui, l’unica cosa che conta. Ora aspettiamo, poi chi deve decidere deciderà. Ci è stato proposto di giocare domani? No. Poteva essere utilizzato il bonus per rimandare il match? Fino a ieri sera non abbiamo avuto alcuna informazione al contrario. Pensavamo di giocare la partita, anche stamattina. Noi abbiamo rispettato il protocollo, poi gli organi competenti prenderanno le decisioni”.

Gli ideogrammi sulle spalle dei giocatori dell'Inter

Suning ed Inter, la Cina saluta il calcio: l’Impero è caduto prima di nascere

Edin Džeko, attaccante della Roma @Image Sport

Roma, i nomi del dopo Dzeko: non solo Lacazette per l’attacco