in

Liga, è corsa a due: Real e Atletico per il primo posto

Continua il duello a distanza tra le due squadre di Madrid per conquistare la vetta del campionato: calo di forma per la squadra di Simeone, rimonta del Real che non sbaglia e vince

Diego Simeone, tecnico dell'Atlético Madrid

Nella Liga non c’è niente di scontato: se il campionato sembrava saldamente nelle mani dell’Atletico Madrid, dopo l’ultimo turno la situazione è cambiata in maniera abbastanza netta. La squadra allenata dal cholo Simeone sta vivendo un momento in cui il calo fisico dei giocatori è sotto gli occhi di tutti: una sola vittoria nelle ultime quattro partite, tra cui l’ultima clamorosa sconfitta casalinga contro il Levante.

L’Atletico Madrid, reduce da una serie impressionante di vittorie consecutive grazie anche al talismano Suarez, ha rallentato la sua marcia in maniera brusca nel mese di febbraio. Il primo posto resta ancora dei colchoneros, che possono vantare ancora un vantaggio di tre punti con una partita ancora da recuperare rispetto alle inseguitrici. Servirà però un deciso cambio di tendenza per evitare che il periodo di appannamento si prolunghi troppo, perché il campionato è ancora lungo e tutto può ancora succedere.

Zinedine Zidane, tecnico del Real Madrid

Real Madrid, operazione rimonta

Il Levante ammazzagrandi si era imposto anche in casa del Real Madrid, che da allora è riuscito a conquistare quattro vittorie consecutive. L’ultima, di misura, contro un ostico Valladolid. La rete di Casemiro ha regalato tre punti fondamentali ai blancos che hanno così dimezzato il distacco dai rivali primi in classifica. Adesso il Real è a quota 52 punti, a sole tre lunghezze dall’Atletico, ma con una partita giocata in più. Il tecnico Zinedine Zidane spera in un altro passo falso degli avversari per poterli agganciare al più presto in classifica.

Molto male invece il Barcellona, che dopo una serie confortante di vittorie consecutive, sbatte sul muro eretto dal Cadice e si ferma sull’1-1 in casa. Altri due punti persi per i blaugrana, che vedono così allontanarsi le prime due posizioni. Annata decisamente negativa per il Barcellona, che si ritrova quasi fuori sia dalla Champions League che dalla lotta per il campionato.

Luis Muriel, attaccante dell'Atalanta

Atalanta, Muriel è una certezza: 14 reti in campionato e testa al Real Madrid

Ibrahimovic (Milan) @Image Sport

Milan, quarta sconfitta in otto partite: ed ora?