in

Lione, Bosz duro: “FIFA e UEFA non capiscono nulla, pensano solo ai soldi”

L’allenatore del Lione, Peter Bosz, ha attaccato duramente i massimi organi calcistici, FIFA e UEFA: “Tre partite ad ogni pausa nazionale sono insostenibili”

Bosz, allenatore del Lione
Bosz, allenatore del Lione

In conferenza stampa, il tecnico del Lione Peter Bosz ha parlato così dei massimi organi calcistici internazionali: “Non capiscono niente…FIFA, UEFA, non so chi stia organizzando tutto questo, ma tre partite ad ogni pausa nazionale sono insostenibili! Non parlo come tecnico del Lione, parlo per tutti i giocatori. È impossibile! Chi ha organizzato ciò non capisce il calcio.

Il motivo? Per i soldi, semplicemente. Oggi non è il calcio la cosa più importante, sono i soldi. Ecco, dico davvero quello che penso. I giocatori non sono più importanti dei soldi. Tuttavia, vogliamo che i migliori giocatori siano sempre in campo. Continuando così, i migliori si infortunano e non giocano per molto tempo. Il programma è davvero troppo fitto. La prossima settimana giocheremo a Praga alle 21 di giovedì, poi a Nizza alle 13 di domenica. Normalmente, i giocatori dovrebbero avere 72 ore per recuperare ma ne avranno solo 64. Sono le TV che scelgono“.