Accadde Oggi, 14 marzo 2017: Juventus-Porto 1-0, Allegri ai quarti di Champions League

Il 14 marzo 2017, battendo il Porto nel ritorno di Champions League: la Juventus di Max Allegri accedeva ai quarti di finale del torneo

Alessandro Bongiorno Topics:
4 Min di lettura

SEGUICI SUI SOCIAL

Il 14 marzo 2017, la Juventus strappava il pass per i quarti di finale di Champions League battendo in casa il Porto. Il successo per 0-2 all’Estadio do Dragao permise alla Vecchia Signora di ipotecare il passaggio del turno già all’andata. Così, alla squadra di Allegri bastò il rigore trasformato da Paulo Dybala per andare avanti nel torneo, chiuso poi quasi tragicamente con la sconfitta di Cardiff. A sei anni di distanza, i bianconeri si trovano in Europa League, mentre i lusitani si giocano l’accesso ai quarti contro l’Inter.

L'esultanza della Juventus dopo il gol di Dybala contro il Porto al ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2016-2017 @Twitter
L’esultanza della Juventus dopo il gol di Dybala contro il Porto al ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2016-2017 @Twitter

Juventus, la storia del match: un Porto non irresistibile si costituisce a Madama

I bianconeri si presentavano agli ottavi di finale come testa di serie, capolista del Gruppo H, con 14 punti conquistati contro Siviglia, Lione e Dinamo Zagabria. L’urna di Nyon aveva regalato alla Juventus una delle squadre più abbordabili, sebbene insidiosa, il Porto di Nuno Espirito Santo. La gara di andata si chiuse 0-2 in favore di Madama, dopo un rosso a Alex Telles, una rete non concessa a Dybala e le marcature decisive di Marko Pjaca e Dani Alves.

La partita di ritorno all’Allianz Stadium è stata tutt’altro che indimenticabile. Poche le emozioni in campo, con una Juventus intenta a proteggere il risultato di Oporto e approfittare delle sbavature dell’avversaria. Proprio da un guizzo bianconero, nasce poi il penalty che decide la partita. Su un tiro ravvicinato, Maxi Pereira sostituisce Casillas e para sulla linea di porta. Rosso diretto, rigore trasformato da Dybala e Porto, squadra ostica, che chiude in 10 anche il match di ritorno, dicendo addio alla Champions League.

Juventus Porto 1-0 - @Twitter
Juventus Porto 1-0 – @Twitter

Juventus, il percorso del 2017: dal Porto alla finale di Cardiff

Dopo il successo nel doppio scontro con il Porto, i bianconeri pescano il Barcellona. L’andata allo Stadium è entrata nella storia della Juventus, per il netto 3-0 rifilato ai blaugrana e per l’incredibile doppietta di Dybala. Il ritorno in Spagna, chiuso con uno scialbo 0-0, basta alla squadra di Allegri per accedere alla semifinale di Champions League. Sulla strada verso Cardiff, la Vecchia Signora incontra poi il Monaco di un ancora sconosciuto Mbappè. Madama risulta troppo anche per gli outsider francesi e vince le due gare con un parziale di 4-1.

Ecco dunque che, dopo appena due anni dalla finale contro il Barcellona, la Juventus si ripresenta all’appuntamento più importante. La finale di Champions League contro il Real Madrid, persa 4-1 dagli uomini di Allegri, è ancora fresca nelle memorie dei bianconeri. Quel giorno, oltre alla sconfitta sportiva di Cardiff, si consumò anche la tragedia di Piazza San Carlo, in seguito alla quale persero la vita due giovani tifose zebrate. Una pagina nera, che si unisce al ricordo dell’ultima finale europea disputata da Madama.

Condividi questo articolo