Manchester City, 16ª vittoria di fila e primo posto blindato: Guardiola si gode i suoi Citizens

Pep Guardiola, allenatore del Manchester City
Pep Guardiola, allenatore del Manchester City (foto by imagephotoagency)

Appena 5 reti subite nelle ultime 16, per una squadra che appare in forma più che mai: ora la testa alla Champions

Il City di Guardiola non si ferma più. Sconfitto il Tottenham con un rotondo 3-0, la squadra di mister Pep si avvicina agli ottavi di Champions con la mente serena, sapendo di aver blindato il primo posto in Premier e di essere in corsa per tutte le competizioni stagionali.

Già, perché oltre alla “coppa dalle grandi orecchie” Guardiola insegue la FA Cup, con i quarti di finale da disputare a metà marzo, e la finale di Coppa di Lega, in programma il 25 aprile contro lo stesso Tottenham reduce dalla débâcle dell’Etihad Stadium. A rendere ancor più sonoro il 3-0 inflitto agli Spurs è l’incredibile filotto di vittorie messo a segno dall’armata dei Citizens: tenendo conto di tutte le competizioni, la squadra ha centrato la sedicesima vittoria consecutiva.

Pep Guardiola, allenatore del Manchester City (foto by imagephotoagency)
Pep Guardiola, allenatore del Manchester City (foto by imagephotoagency)

Manchester City, Guardiola vuole la Champions

Nelle ultime 16 tra campionato e coppe, la squadra di Guardiola ha subìto appena 5 reti, segnandone ben 43. Numeri da top club, che la rendono una delle dirette pretendenti alla vittoria della Champions League. Tuttavia, la massima competizione continentale rappresenta il grande “cruccio” dei Citizens. Il miglior piazzamento della squadra risale alla stagione 2015/2016, quando il City si dovette arrendere al Real Madrid nelle semifinali della coppa.

All’epoca la panchina del club era occupata da Pellegrini, e Guardiola venne ingaggiato la stagione successiva nella speranza di agguantare il secondo titolo internazionale nella storia della società (il primo e unico risale addirittura al 1969/1970, quando i Citizens vinsero la Coppa delle Coppe contro i polacchi del Górnik). L’impressione è che il City visto in Premier possa realmente arrivare lontano, purché mantenga lo spirito osservato in campionato.

Domenico Berardi, attaccante del Sassuolo (foto by @imagephotoagency)

Crotone-Sassuolo, formazioni ufficiali: rientra Berardi, Stroppa si affida a Ounas e Di Carmine

Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta @Image Sport

Cagliari-Atalanta 0-1, Gasperini: “VAR fondamentale, senza Muriel non avremmo vinto”