Menu

Rebic del Milan

Milan, Ante Rebic si riprende la squadra

Ante Rebic iz back – è tornato – e lo ha fatto in pieno stile Milan. La scorsa stagione è stato decisivo nell’attacco del Milan e ha trascinato i rossoneri con i suoi 11 gol e 3 assist, sopratutto nel periodo post-lockdown; la stagione corrente non è iniziata nel modo migliore: dopo le prime due giornate di campionato, contro Bologna e Crotone, è stato messo K.O. da un brutto infortunio al gomito rimediato nella partita con il Crotone il 27 Settembre scorso e che l’ha tenuto fuori per tre settimane – ha infatti saltato Spezia, Inter e Roma.

Giocatore fondamentale per Pioli, è l’arma in più grazie al forte feeling con Ibrahimović in area di rigore, alla sua capacità straordinaria di attaccare la profondità e gli spazi e la sua caparbietà. “Ante è un giocatore importantissimo. Ha qualità, forza fisica, dà profondità e completa il nostro reparto offensivo” aveva detto Stefano Pioli alla vigilia della prima di campionato contro il Bologna, che poi ha dovuto fare a meno di lui e della vivacità offensiva che porta in campo.

Ante Rebic e Hakan Calhanoglu
Ante Rebic e Hakan Calhanoglu, attaccante e centrocampista del Milan

Milan, senza Ibra attacco affidato a Rebic: croato in grande spolvero

Rafa Leao ha sicuramente contribuito a far pesare di meno la sua assenza, ma la mancanza del croato è stata fortemente sentita dal tecnico, il quale lo monitora attentamente e conta i suoi minuti in campo con il contagocce a causa della brutta lussazione al gomito e del conseguente lungo stop. Contro il Napoli, ripresa la sua posizione, Rebic ha subito servito un assist a Ibrahimović lanciando un forte segnale di ripresa alla squadra e a Pioli stesso, che segue da lontano, che ovviamente ha beneficiato della presenza in campo del suo giocatore; stessa storia contro il Lille in Europa League: questa volta Rebic però ha servito un assist, non a Ibrahimovic – fuori a causa di un infortunio rimediato nell’ultima uscita di campionato – ma a Samu Castillejo che ha firmato il momentaneo vantaggio rossonero.

In quell’occasione il croato ha giocato un’ora poi è stato sostituito in via precauzionale ma è stato comunque in grado di riappropriarsi della scena, del suo attacco pur non segnando. Gol che manca dal 18 luglio scorso nella gara contro il Bologna, vinta 5-1.
La sua occasione è la gara di domenica contro la Fiorentina, in un momento delicato in cui il Milan non può permettersi di sbagliare per continuare a mandare avanti la sua egemonia ma che è costretto a farlo senza il suo pilastro portante: Zlatan Ibrahimović, quindi tocca proprio a Rebic di prendere sulle spalle il suo Milan per continuare la corsa al sogno. Intanto dal calciomercato arriva novità per l’attacco >>> CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Back to Top

Ad Blocker Rilevato!

Il nostro è un giornale gratuito ed offriamo informazione regolarmente tutti i giorni senza richiedere alcun abbonamento. Le nostre uniche fonti di guadagno provengono dalle campagne pubblicitarie presenti sulle pagine del nostro portale. Per continuare a sfogliare le nostre pagine disattiva Ad Blocker per permetterci di continuare a coltivare le nostre passioni. Grazie mille e continua a leggere le pagine di Footballnews24.it

How to disable? Refresh

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.