in

Milan, che Diavolo: a Verona vincono le riserve

Il Mialn mette cuore e qualità al Bentegodi, ottenendo una vittoria speciale per la classifica ed il morale, che si innalza in vista dell’impegno in Europa League

Dalot, terzino del Milan
Dalot, terzino del Milan @imagephotoagency

Il Milan ha cambiato pelle dallo scorso luglio e non perde occasione di dimostrarlo. D’altronde la sua posizione in classifica non è affatto casuale, e da esse prova a strattonare l’Inter per non farlo fuggire via. Ci è riuscito anche ieri, battendo il Verona in trasferta in una partita tutt’altro che scontata, anzi. Leggendo le assenze e mantenendo fresca negli occhi la prova dei ragazzi di Juric a Benevento, i rossoneri avevano di che preoccuparsi. Ed invece, trascinati da un Kessie mostruoso, i ragazzi di Pioli sono andati contro le numerose assenze causa infortunio. Manca l’intero attacco? No problem, segnano Krunic e Dalot: protagonisti che non ti aspetti per un Milan che ormai bisogna aspettarsi. Un Diavolo cinico e concreto, che ha un’identità che prima faticava ad esprimere.

Testa a Manchester

A Verona vincono le riserve del Milan, dunque, ma nel prossimo impegno servirà recuperare quanti più elementi possibili. L’Europa League chiama e con essa l’impegno contro il Manchester United, vittorioso nel derby contro il City di Guardiola. Una squadra che si è ritrovata ed occupa in Premier la stessa posizione i rossoneri hanno in Serie A, anch’essi alle spalle dei cugini. I Red Devils attendono il Diavolo, che dovrà stringere i denti come al Bentegodi ma necessità di più qualità. Quella di Bennacer ed Ibrahimovic, quella si Kjaer in difesa. Quella che, insieme allo spirito mostrato ieri dal Milan, non pone limiti a qualsiasi risultato.

Antonio Conte (Inter)

Inter, Conte pressato: occhio all’Atalanta

Insigne trascina il Napoli: 3-1 al Bologna [VIDEO]

Insigne trascina il Napoli: 3-1 al Bologna [VIDEO]