Milan, Leonardo torna in rossonero come responsabile area tecnica

Il brasiliano strizza l’occhio a Maldini e conferma che Gattuso resta

E’ un Leonardo al solito pacato e che dosa sapientemente le parole quello che questo pomeriggio ha tenuto la sua prima conferenza stampa come nuovo direttore dell’area tecnica del Milan. Tanti i quesiti cui ha risposto in sala ai colleghi in questo caldo pomeriggio di fine luglio. A partire proprio dal suo ritorno in rossonero dopo essere passato ad allenare l’Inter sostituendo Rafa Benitez. E’ però giunto il momento di non pensare al passato, bensì al futuro e soprattutto al bene del Milan. A presentarlo c’è anche il nuovo presidente del club, Paolo Scaroni, che ha esordito dicendo che proprio perché Elliott vuole riportare il Milan ai fasti che gli competono, ecco che Leonardo sembra essere l’uomo giusto al momento giusto. Queste le sue prime parole in rossonero: “Sono qui perché ho visto che c’è voglia di fare bene e con una squadra giovane su cui puntare. Ritorno dopo aver passato 14 anni sul campo, ci sarà il tempo per poter organizzarci al meglio”. E ancora: “Visto il Fair Play Finanziario non credo potremo fare grandi colpi. Bonucci? Ha chiesto lui di andarsene, staremo a vedere”. A chi gli chiede chi vorrebbe accanto risponde: “Maldini è un vero amico, magari potesse arrivare lui…”. Quanto a Gattuso, sia il presidente Scaroni che lo stesso Leonardo hanno ribadito che il progetto prevede proprio la presenza di Ringhio, come del resto testimoniato dalla telefonata di Scaroni allo stesso Gattuso ieri prima dell’inizio della partita contro lo United.