in

Milan, Mirante si presenta: “Trattativa fulmine, ho accettato subito”

Prime parole da rossonero per Antonio Mirante, che ha firmato un contratto che lo legherà al Milan fino al termine della stagione

Antonio Mirante, nuovo portiere del Milan
Antonio Mirante, nuovo portiere del Milan

Metabolizzato l’infortunio di Mike Maignan, il Milan si prepara ad accogliere il nuovo acquisto Antonio Mirante, il quale arriva a Milanello da svincolato: il portiere ha firmato un contratto che lo vedrà vestire la maglia rossonera fino al termine di questa stagione. L’ex Roma ha scelto di presentarsi nel corso di un’intervista rilasciata ai canali ufficiali del club, durante la quale ha toccato diversi temi.

SULL’ARRIVO A MILANO“La trattativa è stata un fulmine. La chiamata è arrivata nel pomeriggio dopo l’infortunio di Mike, a cui faccio un in bocca al lupo. Lo aspetto presto. La trattativa è stata immediata, ho accettato il Milan perché non si poteva neanche discutere. Ho sensazioni positive per il modo in cui è arrivata la chiamata, per come è andata la trattativa. Mi dà una spinta, ho la consapevolezza e l’età per non farmi prendere dal panico per la situazione visto che è arrivata all’improvviso”.

SULLA SQUADRA“Il Milan dà l’impressione di sapere quello che fa, di andare forte, di avere la percezione di sapere quel che fa. Sempre. Ha un’idea, un’identità ben precisa: in questo momento il Milan può dare filo da torcere a tutti. Con Pioli ci siamo sempre affrontati, ho sempre avuto l’impressione di un tecnico preparato, arrivato al Milan nel momento migliore e questo ha permesso a me e a lui una crescita esponenziale: credo che questo matrimonio durerà a lungo. Ho sentito Florenzi via messaggio per salutarci, ci siamo dati appuntamento a Milanello. Ho conosciuto Romagnoli in Nazionale, poi ho incontrato quasi tutti sui campi. Non avrò difficoltà a inserirmi”.

SU DIDA “Dida è un portiere eccezionale: non lo conosco da preparatore ma la mia filosofia è migliorare sempre. Arrivo al campo conscio che ogni giorno metto un mattone sulla mia esperienza e qualità. Dida può darmi tanto, posso limare i miei difetti, non posso accontentarmi, lavorerò molto con lui su quel che riterrà opportuno farmi migliorare”.