in

Milan, Pioli ti fa ricco: da Kessie a Bennacer, Elliott ringrazia

Stefano Pioli, allenatore del Milan @Image Sport
Stefano Pioli, allenatore del Milan @Image Sport

Continua la favola del Milan di Stefano Pioli. La storia del tecnico rossonero è cambiata in meno di un anno come confermano il meritato primato in classifica e la valorizzazione della rosa meneghina

Milan, dal primato in classifica alla valorizzazione della rosa: la rivincita di Pioli

Dall’ombra ingombrante di Rangnick fino al primato in classifica. Ecco come è cambiata in meno di un anno la storia di Stefano Pioli al Milan che, al termine del girone d’andata di Serie A, può ancora guardare le concorrenti Scudetto dall’alto verso il basso. Una storia di rivincita personale con un finale ancora tutto da scrivere grazie alla capacità mostrata dall’ex tecnico di Inter e Lazio di creare dal nulla un gruppo forte e coeso.

LEGGI ANCHE Milan, incognita per Maldini: accordo lontano

Lo dimostrano, soprattutto, i numeri: 46 punti in 20 giornate e soltanto 2 sconfitte contro Juventus e Atalanta. Sconfitte, peraltro, arrivate dopo una striscia impressionante di risultati utili consecutivi, per la precisione 27, che durava dalla passata stagione. Una trasformazione che, nel periodo post-Covid, ha visto il Milan cambiare pelle come fanno soltanto i serpenti con la propria muta.

Stefano Pioli, allenatore del Milan @Image Sport
Stefano Pioli, allenatore del Milan @Image Sport

Milan, Pioli valorizzatore di rosa: Elliott può sorridere

I risultati ottenuti sul campo non costituiscono di certo l’unico merito da riconoscere a Stefano Pioli che, da quando si è insediato sulla panchina del Milan, da “normalizzatore” è diventato un vero e proprio “valorizzatore di rosa”. Il tecnico rossonero, in tal senso, ha avuto il merito di esaltare in campo le caratteristiche dei tanti giovani presenti in rosa, aiutando il club a moltiplicare il loro valore economico. E, anche in questo caso, a darci una grossa mano sono numeri e statistiche.

LEGGI ANCHE Serie A, le pagelle del calciomercato invernale: Milan re del mercato, deludono Bologna e Crotone

Ne è un esempio Calabria il cui cartellino, secondo La Gazzetta dello Sport, è valutato 20 milioni di euro. Questo grazie ad un’annata da protagonista assoluto dopo diverse stagioni vissute tra alti e bassi. Protagonista assoluto come Franck Kessie, che ha già raggiunto quota 7 reti nella classifica marcatori e, di conseguenza, quota 40 milioni sul mercato. Senza dimenticare Bennacer e Leao, presi rispettivamente per 16 e 24 milioni e che ne valgono ora 50 (come da clausola rescissoria) e 30. Insomma un vero e proprio investimento sul futuro del club, Elliott si sfrega le mani e ringrazia.

Paulo Fonseca (allenatore Roma) @Image Sport

Roma, Dzeko c’è: ma il club ha scelto Fonseca

Haller, giocatore dell'Ajax

Ajax, clamoroso errore nella lista UEFA: che fine ha fatto Haller?