in

Milan, tanti ritorni alla base dopo i prestiti: ecco chi resterà alla corte di Pioli

Sono tredici i calciatori pronti a rientrare dopo le esperienze in prestito. Qualche speranza di permanenza per Caldara, da valutare le situazioni degli altri

Caldara
Caldara, difensore del Milan

Da Conti a Laxalt, passando per Caldara fino ai giovani: la situazione

In casa Milan, saranno in molti a fare ritorno alla corte del tecnico Stefano Pioli, dopo aver trascorso la scorsa stagione in prestito. Di questi però, pochissimi avrebbero chance di restare. Per quanto riguarda i nomi di maggior spessore, l’unico che ha maggiori chance di potersi giocare le sue carte sembrerebbe Mattia Caldara. L’ex difensore, arrivato nel 2018 dalla Juventus e costellato da diversi infortuni, ha giocato poco nel suo ritorno all’Atalanta di 18 mesi. Così, il club bergamasco difficilmente pagherà i 15 milioni per il riscatto, e Caldara inizierà la preparazione a Milanello. Sarà poi Pioli a valutare se tenere il centrale in rosa o provare a cederlo definitivamente.

Andrea Conti, ex terzino del Milan
Andrea Conti, ex terzino del Milan

Lo scorso gennaio, anche Andrea Conti aveva lasciato il Milan in prestito: l’ex terzino dell’Atalanta era passato al Parma, che aveva un obbligo di riscatto in caso di salvezza a 7 milioni. Gli emiliani sono però retrocessi in Serie B, e così anche Conti tornerà a Milanello dove però non dovrebbe restare. Diverso potrebbe essere il discorso per Diego Laxalt: l’uruguayano, ex Genoa, ha giocato in prestito una buona stagione in Scozia, con il Celtic. Buono il suo rendimento, ma i biancoverdi giudicano troppi i 10 milioni stabiliti per il riscatto la scorsa stagione: il Milan penserebbe così ad una nuova cessione, anche in prestito, ma non sarebbe esclusa una sua permanenza come vice Theo Hernandez.

Brescianini e Colombo potrebbero entrare nell’affare Tonali

Per quanto riguarda i più giovani, da valutare il futuro di Alessandro Plizzari. Il portiere dell’Under 21 è reduce da una stagione poco fortunata alla Reggina. Definito l’erede di Donnarumma, Pioli dovrà decidere se tenerlo in rosa come terzo portiere o mandarlo nuovamente in prestito a fare esperienza. Dopo un’ottima stagione in Serie A con la maglia dello Spezia, tornerà Tommaso Pobega: il centrocampista, reduce dall’Europeo Under 21, potrebbe restare in pianta stabile in Prima Squadra, anche se le sue prestazioni avrebbero attirato l’interesse di alcuni club esteri.

Tommaso Pobega, centrocampista dello Spezia
Tommaso Pobega, centrocampista dello Spezia

Due calciatori, invece, potrebbero salutare il Milan definitivamente: si tratta del centrocampista Marco Brescianini e dell’attaccante Lorenzo Colombo. Il primo ha giocato una discreta stagione in prestito alla Virtus Entella, il secondo, dopo una prima parte da vice Ibrahimovic, ha trovato poco spazio nella seconda fase della sua esperienza in prestito alla Cremonese. Entrambi potrebbero rientrare nella trattativa per il riscatto di Tonali dal Brescia. Discreta invece la stagione di Franck Tsadjout: il giovane attaccante ha sfiorato la promozione con il Cittadella, giocando spesso titolare ma incidendo poco. Torneranno al Milan dai prestiti anche i giovani Emir Murati, Alessandro Sala e Luan Capanni: tutti e tre, però, potrebbero poi partire nuovamente per fare esperienza.

Stephan El Shaarawy, attaccante della Roma

Roma, El Shaarawy inaugura la sua scuola calcio

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio @Image Sport

Ufficiale, Simone Inzaghi è il nuovo allenatore dell’Inter