Array

Milinkovic-Savic preoccupa la Lazio, calciomercato: Il Manchester United pronto all’assalto

Il club inglese vuole fare il colpo dell’ultim’ora

E’ l’oggetto del desiderio di mezza Europa e il tormento estivo dei tifosi della Lazio, Milinkovic-Savic vive questi giorni di mercato sul filo sottile dell’offerta “indecente” che Lotito ha sempre auspicato. Il giocatore ha estimatori in Italia, con Juventus e Milan che, più o meno velatamente, saggiano i fianchi della società capitolina, ma anche all’estero con il Real Madrid pronto a consolarsi dell’addio di Modric, con il Chelsea di Sarri che ben lo ha conosciuto sui campi italiani. Ma c’è una società che adesso sembra davvero voler fare sul serio.

Per rimpiazzare Pogba?

Secondo il quotidiano Mirror, il Manchester United, vista la pressante richiesta di Mourinho di qualche acquisto “corposo” prima della fine del mercato e visto il futuro alquanto incerto di Pogba, vorrebbe cautelarsi puntando decisamente sul calciatore serbo. Il tabloid parla di una possibile offerta di 138 milioni di sterline (circa 155 milioni di Euro) per riuscire a battere la concorrenza del Real, il tutto entro le 18 di domani, orario di chiusura del mercato inglese. Manca ormai poco, vedremo se si tratta di un bluff o di qualcosa di molto “indecente”.

TI POTREBBE INTERESSARE

Inter, con Eriksen, ancora problemi: “Gioco poco? Chiedete a Conte”

Continuano le frecciatine tra il centrocampista danese dell'Inter, Christian Eriksen e mister Antonio Conte che continuerebbero con l'ormai noto botta e risposta tipico di un rapporto ormai non congeniale...

Calciomercato Inter, Marotta guarda in casa Napoli: colpo a zero in difesa

NEWS CALCIOMERCATO INTER - L'Inter, nonostante un'ottima campagna acquisti nella sessione estiva non è ancora riuscita a dimostrare tutto il suo potenziale. Il buon inizio di campionato aveva illuso...

Inter, altra grana per Conte: si ferma Lukaku

Come se non bastasse la delusione per il risultato, amaro e poco soddisfacente, ottenuto in Champions League, ora ci si mette anche l'infermeria. Il Covid-19 ci aveva già messo...