Home Modrić-Inter, i motivi per sognare e le carte di Florentino

Modrić-Inter, i motivi per sognare e le carte di Florentino

Tutti gli aspetti della trattativa tra Luka Modrić e l’Inter, anche dal punto di vista di Florentino Pérez

Modrić all’Inter. È questa la trattativa clamorosa che sta scuotendo il mercato nazionale e internazionale. Stando alle voci che rimbalzano da Madrid a Milano l’ago della bilancia sarebbe la volontà o meno del croato di vestire la maglia nerazzurra. Ragioniamo quindi su quali possano essere i motivi che potrebbero spingerlo a scegliere la destinazione italiana piuttosto che a rimanere alla corte di Florentino Pérez e viceversa.

Inter, una sfida sotto tutti i punti di vista

Il primo punto a favore del club nerazzurro sta nel fatto che l’attuale numero 10 del Real Madrid, come molti dei componenti del ciclo vincente madridista (ad esempio CR7), potrebbe sentire il bisogno di trovare nuovi stimoli. Vincere tre Champions League consecutivamente (quattro in cinque anni) gratifica ma al contempo può risultare eccessivamente appagante per un professionista, il quale invece sente la necessità di tenere sempre alto il livello, ponendosi anche nuovi obiettivi.
Non è da sottovalutare inoltre l’aspetto tecnico della vicenda: in una squadra del valore di quella della capitale spagnola è logico che a emergere sia la forza di una rosa straordinaria, composta da campioni assoluti; all’ombra della Madonnina invece il capitano della Croazia avrebbe la possibilità di essere l’uomo simbolo della rinascita a grandissimi livelli dell’Inter, una big del calcio italiano ed europeo.
Altro lato della sfida che raccoglierebbe Luka Modrić sarebbe quello di concludere l’egemonia della Juventus in Italia. Sfida ancor più intrigante se considerato che significherebbe sconfiggere anche Cristiano Ronaldo, suo ex compagno di squadra proprio ai Blancos. Nonostante infatti l’acquisto del campione portoghese da parte dei bianconeri aumenti il divario tra il club di Torino e le altre pretendenti, segnando anche una distanza evidente dal punto di vista economico, c’è anche un altro aspetto da considerare: giocatori di grande valore potrebbero essere attratti dalla possibilità di sfidare un giocatore come CR7 e dalla grandiosità di questa sfida. Certo è che per portare in Italia giocatori del calibro di Modrić, non si pùo prescindere da una ricchezza societaria che permetta di soddisfare le folli richieste dei giocatori. Per quanto riguarda l’aspetto economico l’Inter pare possa venie incontro al giocatore (di 33 anni), garantendogli quantomeno la stessa cifra che percepisce attualmente a Madrid, che si aggira intorno ai 10 milioni di euro netti a stagione.

Florentino non resta a guardare

In attesa del faccia a faccia tra il numero 10 del Real e il suo presidente, possiamo già prefigurarci quali siano gli argomenti che Florentino Pérez metterà sul tavolo per cercare di convincere Modrić a rimanere al Santiago Bernabéu.
Sicuramente il numero uno madridista non potrà non toccare l’aspetto economico, nel quale sicuramente è più forte rispetto ai nerazzurri, proponendo al croato un ricco rinnovo, soprattutto a fronte di un mercato in uscita che lo ha visto ‘’liberarsi’’ del pesante contratto di Ronaldo e di una campagna acquisti priva di grandi nomi. Questi ultimi due fattori permettono di analizzare un altro aspetto: l’enorme danno, che corrisponderebbe alla perdita in un colpo solo di uno dei giocatori migliori della storia del gioco e del miglior giocatore del mondiale, nonché probabilmente il regista ad oggi più forte del pianeta, potrebbe far irrigidire Pérez. E se il presidente dei Blancos decidesse che Modrić è incedibile, a meno che non si giunga a una rottura totale tra le parti, il capitano della Croazia rimarrebbe in Spagna fino alla scadenza di contratto nel 2020, quando avrà 35 anni. La via mediana potrebbe invece stare nel cedere il giocatore ma alla cifra stabilita dal presidente spagnolo, cifra che non è detto l’Inter possa raggiungere e che quindi aprirebbe alla cessione del giocatore a un terzo club.
Un’altra carta che potrebbe giocarsi Florentino e che potrebbe far gola all’obiettivo dell’Inter è quella di vincere a Madrid anche senza il più forte di tutti. Questa sarebbe per lui e per tutti i giocatori che si allenano a Valdebebas una sfida personale e di gruppo enorme, con l’obiettivo di dimostrare che CR7 ha vinto grazie alla forza dei suoi compagni e non viceversa.

 

1 commento

Comments are closed.

NOTIZIE PER TE

Nuno Mendes, la qualità che piace a Milan e Juventus

Milan e Juventus potrebbero tornare ad infiammare i loro duelli in campo per le parti nobili della classifica, ma allo stesso tempo potrebbero dar vita anche ad appassionanti duelli...

Inter, Thuram avverte i nerazzurri: “Io da piccolo ero tifoso del Milan”

Domani sera l'Inter dovrà affrontare l'esordio di Champions League contro il Borussia Monchengladbach. Gara molto delicata per i nerazzurri soprattutto dopo la sconfitta bruciante nel derby della Madonnina. Anche...

SOCIAL NEWS