in

Monza, Galliani: “Con Berlusconi vogliamo la Serie A”

L’amministratore delegato del Monza, Adriano Galliani, ha parlato degli obiettivi dei suoi e del rapporto con Silvio Berlusconi, presidente del club

Adriano Galliani (Monza)
Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza ed ex Ad del Milan

Nonostante una partenza a singhiozzo, con il Monza fermo all’ottavo posto e con 21 punti nella classifica di Serie B, l’amministratore delegato del club, Adriano Galliani, continua a sperare nella promozione in Serie A. Lo stesso Galliani ha parlato in questo modo degli obiettivi del club: Portare il Monza in A è un grande obiettivo che mi pongo, però dobbiamo affrontare questo campionato con la massima concentrazione. La scorsa settimana la gara con il Como, che abbiamo vinto, è stata nella prima frazione di gioco davvero spettacolare. Io non mi arrabbio mai se perdiamo, ma mi incavolo se giochiamo male e non ci impegniamo al massimo. Siamo a metà classifica con 21 punti, abbiamo conquistato nove punti in sette gare e nelle ultime sei addirittura 12. Ascoli? Ce la vedremo a testa alta”.


Scarica la nostra App


Qualche parola, poi, sul rapporto con Silvio Berlusconi, col quale Galliani ha lavorato, prima, ai tempi del Milan ed ora proprio con il Monza, di cui l’ex Cavaliere è proprietario: “Fra me e Berlusconi c’è un rapporto di stima e amicizia, altrimenti non avremmo potuto rimanere insieme così tanto tempo. Sa qual è il segreto? Nessuno dei due prevarica l’altro, non discutiamo praticamente mai e quando lo facciamo, per il calcio e in questo caso per il Monza, cerchiamo di dirci le idee in modo pacato e sempre raggiungiamo una posizione di accordo. Berlusconi vorrebbe dopo vent’anni di Serie B far salire la società in massima divisione e c’è da tener conto che è un visionario che sogna e realizza i suoi sogni”.