Napoli-Atalanta, la fiera del gol: Gattuso sfida Gasperini

Napoli, finalmente in campo: si sblocca Osimhen?

Il Napoli è uscito con le ossa rotte dagli uffici del Giudice Sportivo: sconfitta a tavolino e punto di penalizzazione dopo la mancata sfida con la Juventus. Un episodio che continuerà di sicuro a far discutere, ma che dalle parti di Castel Volturno appartiene già al passato. Sin dal primo giorno di pausa Nazionali, infatti, il tecnico Gennaro Gattuso prepara la sfida all’Atalanta, un match tra due degli attacchi più in forma di questo avvio di stagione.

I partenopei hanno steso per 6-0 il Genoa al San Paolo nell’ultimo match disputato, dopo aver fatto lo stesso al Parma con un classico 2-0. In nessuna delle due occasioni, però, a gioire è stato Victor Osimhen. L’attaccante nigeriano è il fiore all’occhiello del mercato del Napoli ed ora punta al bottino pieno contro una squadra che, ormai, non ha nulla da invidiare alle big della Serie A.

Atalanta, media gol spaventosa: ma occhio alla difesa del Napoli

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini ha siglato la bellezza di 13 gol in tre partite. Una media spaventosa, che certifica – semmai ce ne fosse il bisogno – lo strapotere dell’attacco formato da Gomez a supporto di ZapataMuriel. Le tre punte di diamante hanno iscritto il proprio nome alla voce marcatori nel 5-2 rifilato al Cagliari, ultimo successo in ordine di tempo. Ora, di fronte avrà una delle squadre più organizzate del campionato, quel Napoli di matrice gattusiana in grado di chiudersi a riccio e non concedere neanche un gol agli avversari.

La sensazione, tuttavia, è che in Napoli-Atalanta sarà lo spettacolo a farla da padrone, tirando fuori la sfida dalle sabbie mobili del tatticismo più ostinato. Ipotesi, ad oggi, che i partenopei proveranno a confermare domani, così come la Dea, in una fiera del gol dalle firme illustri. Una gara che si presenta come antipasto del Derby di Milano, ma che ha tutte le carte in regola per rubare in anticipo l’occhio degli spettatori.